Moldavo ricercato dai carabinieri, arrestato per furto in un negozio a Pesaro

Moldavo ricercato dai carabinieri, arrestato per furto in un negozio a Pesaro

PESARO – Nella serata di ieri 03 aprile 2017, in Pesaro, i carabinieri della Stazione di Borgo Santa Maria (PU), nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e la repressione di furti all’interno dei centri commerciali, hanno portato a termine un’importante operazione di servizio, traendo in arresto, al termine dell’attività, in flagranza di reato un 22/enne moldavo, privo di documenti, ritenuto responsabile, in concorso con un connazionale minorenne, di tentato furto aggravato.
Lo straniero è stato sorpreso dagli addetti alla vigilanza e così dai militari dell’Arma all’interno del negozio “Centro Palas”, immediatamente dopo aver asportato un paio di jeans del valore di € 150,00 dal quale aveva rimosso la placca antitaccheggio mediante l’utilizzo di una tronchesina che celava sulla sua persona. L’immediata attività investigativa consentiva di rintracciare, nelle vicinanze del negozio, il complice di anni 16, che veniva trovato in possesso di un arnese da scasso identico a quello rinvenuto nella disponibilità del suo connazionale.
La successiva perquisizione domiciliare, eseguita presso la residenza del minore in Pesaro, permetteva di rinvenire nella disponibilità dell’arrestato maggiorenne, nascosti all’interno di un borsone, numerosi capi di abbigliamento di marca (magliette, giubbotti, pantaloni, felpe ed altro, per un valore di almeno € 1.000,00) che venivano sottoposti a sequestro, poiché ritenuti provento di analoghi reati.
Inoltre, a seguito di accertamenti dattiloscopici e relativi riscontri, lo straniero veniva tratto in arresto anche poiché ricercato dall’aprile 2014 in quanto destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso a suo carico con altre generalità dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Padova, dovendo scontare la pena di anni 1, mesi 3, giorni 29 di reclusione per il reato di tentato furto aggravato in abitazione.
L’arresto per la flagranza di reato è stato convalidato nella mattinata odierna da parte del Tribunale Monocratico di Pesaro, che lo condannava, a seguito di patteggiamento, alla pena di mesi 10 e giorni 20 di reclusione nonché a 360 euro di multa.
Continuano le indagini per risalire ai proprietari dei numerosi capi di abbigliamento recuperati ed il moldavo dovrà rispondere anche di ricettazione e false dichiarazioni sulla propria identità personale. Il minore, invece, è stato denunciato alla Procura dei Minorenni di Ancona per tentato furto aggravato in concorso.

Condividi:

Rispondi