“Miglior Brodetto Locale 2015”, vince il titolo la RistoTrattoria La Paglia

“Miglior Brodetto Locale 2015”, vince il titolo la RistoTrattoria La Paglia

FANO – E’ marottese il “Miglio brodetto locale 2015”: vince, infatti, ad insindacabile giudizio della giuria tecnica il piatto servito alla RistoTrattoria La Paglia e cucinato dallo chef Antonio Scarantino, giovanissimo chef di origini siciliane con 27 anni di esperienza nelle cucine di mezza Europa tra cui quella di Massimo Bottura.

Per l’occasione Scarantino ha presentato al pubblico dei buongustai e alla giuria tecnica, composta dai membri dell’Accademia della Cucina italiana (Provincia di Pesaro e Urbino), “Brodetterò”, un piatto che si è addirittura conquistato lo status di simbolo della sua cucina: divertente coniugazione al futuro del brodetto tradizionale, che chiede la collaborazione del cliente nel combinare brodo e pesce croccante secondo il gusto personale.

“Quando ho iniziato ad assaggiare e conoscere il brodetto – spiega Scarantino – ne ho sempre apprezzato il sapore intenso della salsa, ma difficilmente i pesci erano realmente cotti nel modo corretto, per non dire che spesso erano sfaldati, fino a perdere le loro consistenze ed anche il loro sapore. Per questo nella mia proposta i pesci vengono serviti sfilettati, ed ogni pesce è cotto in funzione della qualità – Bassa temperatura, oliocottura, pietra lavica – La salsa, realizzata secondo tradizione, viene servita a parte, ed in tavola, il tutto diventa Brodetto al futuro”.

E proprio alla RistoTrattoria La Paglia sarà ospitata, martedi’ 27 ottobre 2015 dalle ore 20.00, la serata finale del FuoriBrodetto che premierà, oltre al vincitore, anche:

– Ristorante Il Galeone (Fano) con la MENZIONE SPECIALE PER LA TRADIZIONE

– Ristorante La Liscia da Ori (Fano) con la MENZIONE SPECIALE PER LA CONVIVIALITA’

– I vincitori del concorso indetto da Il Resto del Carlino in qualità di media partner del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce 2015: Anna Di Paolo, Maurizio Battistelli, Elio Cerri, Federica Peroni e Grazia Ravaini.

La serata di premiazione è su prenotazione (al costo di 25.00 € bevande incluse – si prega di contattare lo 0721.969727) e prevede il menù “Brodetto che Passione” composto di: Moscardini affogati al vino su polenta; Sautè di Cozze e Vongole, Carpaccio di Spada con capperi ed olive disidratate; Salmone e Rana Pescatrice con vinaigrette di lamponi; Alici Marinate con agrumi e pepe rosa; Polipo, patate ed olive taggiasche; Ravioli con ripieno liquido di brodetto su carote e sedano emulsionati; Brodetterò; Sorbetto e Moretta.

Il FUORIBRODETTO, dunque, con un pizzico di fantasia, ma senza dimenticare la tradizione, ha permesso agli ospiti di gustare per più di un mese sul territorio, brodetti che ogni chef ha interpretato a suo modo finendo per diventare persino un tour gastronomico all’insegna di quello che più che un mero piatto di pesce, è diventato un “distintivo” culturale locale.

Condividi:

Rispondi