“Mare per tutti”, progetto per i cittadini più fragili e non autosufficienti

“Mare per tutti”, progetto per i cittadini più fragili e non autosufficienti

FANO – Prende avvio un importante progetto per Fano e per i suoi cittadini più fragili e non autosufficienti. “Mare per tutti” vuole offrire alle persone disabili l’opportunità di vivere il territorio fanese nella sua vocazione più antica e intrinseca: quella marina. Questo progetto, infatti, prevede la possibilità, per soggetti con varie fragilità, di partecipare ad escursioni nel litorale che collega Fano e Pesaro, a bordo di una imbarcazione adeguata e accessibile alle persone con disabilità, inclusi i passeggeri su sedia a rotelle, al fine di sperimentare differenti tipologie di stimolazione emotiva e relazionali; attraverso degli incontri didattici, laddove possibile, anche l’opportunità di conoscere l’ambiente marino e le tecniche di navigazione e pesca. Nelle due ore di navigazione sono previste attività ludiche a bordo come canti e la visione spettacolare del tramonto.
L’innovazione che porta “Mare per tutti” non è però solo legata all’attività in sé ma anche ai soggetti che la promuovono. Per la prima volta, infatti, realtà molto diverse tra loro si uniscono per realizzare questo progetto. Da una parte l’Amministrazione comunale della città di Fano, attraverso l’Assessore dr.ssa Marina Bargnesi, dall’altra la società armatrice del “Caicco Regina Isabella”, che detengono nella loro filosofia l’impegno per una promozione della cultura del mare a tutti i livelli e la sensibilizzazione sul territorio rispetto alle tematiche legate ai soggetti più deboli della popolazione. Questi soggetti così diversi tra loro hanno trovato nelle comuni finalità l’entusiasmo di intraprendere una nuova avventura, e la volontà di collaborare per creare le condizioni per una reale integrazione sociale delle persone fragili nella comunità di appartenenza.
In particolare, il progetto si è potuto concretizzare in questa specifica modalità, grazie al fatto che la società “Caicco della Regina Isabella” ha messo gratuitamente a disposizione una barca predisposta per l’accesso facilitato anche a persone con disabilità. Il progetto, inoltre, è sostenuto fortemente dall’Assessorato alle Politiche Sociali il cui Assessore Bargnesi ha riconosciuto il carattere innovativo e l’impegno alla collaborazione con realtà specifiche del volontariato cittadino per raggiungere un importante obiettivo. Con queste ultime, l’Assessorato ha già predisposto un protocollo di convenzione al fine di disciplinare le opportunità di fruizione di questa offerta sociale. La gratuità per le stesse onlus coinvolte è un aspetto che assume un significato ancora più lodevole della volontà di perseguire questo obiettivo in un periodo aggravato da una lunga crisi economica.
Afma Onlus Alzheimer, Agfh, Unione Ciechi, Anmic, Aispod, AGS Williams, Unitalsi, Omphalos onlus, e le cooperative Casa Serena, Crescere, Labirinto ed Utopia sono state le prime ad aderire al progetto e presto utilizzeranno per i loro associati, e loro familiari, il viaggio nautico esperenziale come opportunità di ampliamento della relazione sociale e della stimolazione emotiva. Buon vento,… a tutti per davvero.

Assessore Marina BARGNESI

Condividi:

Rispondi