Le Marche contano i danni del Maltempo. Sindaco di Fano: colpa dei lavori in A-14

Le Marche contano i danni del Maltempo. Sindaco di Fano: colpa dei lavori in A-14

La notte è trascorsa tranquilla nelle Marche dopo i nubifragi e la tromba d’aria che ieri hanno flagellato la provincia di Ancona e, nel Pesarese, Fano e Marotta, dove lo straripamento del torrente Rio Crinaccio ha
causato gravi disagi a Ponte Sasso: ristoranti, abitazioni e garage sono stati invasi da acqua e fango. A Jesi i vigili del fuoco stanno ultimando gli interventi per coprire con dei teloni i tetti sfondati dalla tromba d’aria: solo più tardi sarà  possibile capire quante persone restano sfollate rispetto alle 30 famiglie evacuate ieri, e sistemate in albergo dal Comune. Il livello dei fiumi è nella norma, e la viabilità è tornata regolare sia lungo la statale Adriatica che sulla Ss 76 Ancona-Roma, ma l’allerta meteo della Protezione civile per nuovi temporali in arrivo è confermato fino alla mezzanotte.

IL SINDACO DI FANO: COLPA DEI LAVORI DELLA TERZA CORSIA DELL’ A-14

FANO – Il litorale fra Marotta e Fano è devastato dall’esondazione del Rio Crinaccio, che all’altezza di Ponte Sasso ha inghiottito la spiaggia e invaso di fango e acqua alberghi, abitazioni e garage: “allagamenti che si ripetono dopo l’avvio dei lavori della terza corsia dell’A14” è l’accusa del sindaco di Fano Massimo Seri. Puntano il dito contro il cantiere stradale anche gli albergatori e stesso presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche Vittoriano Solazzi, che ieri ha fatto un sopralluogo nella zona. “Non sono un tecnico – premette Seri, oggi di nuovo a Ponte Sasso per la conta dei danni – ma è evidente che da quando sono iniziati i lavori in A14 c’è un problema legato alla raccolta dell’acqua piovana e alla regimazione. Le opere accessorie della terza corsia non possono prescindere da interventi di canalizzazione, le cosiddette opere di compensazione, che invece non vediamo. Chiederemo un confronto con Autostrade per l’Italia  insieme agli altri sindaci”. In generale, Seri fa appello al Governo perché “non lasci sole le amministrazioni locali. Servono fondi per la manutenzione costante dei corsi d’acqua, o almeno uno svincolo dei Comuni dal  Patto di stabilità”. A Ponte Sasso, il morale degli albergatori e dei titolari dei bagni è sotto terra: gli Hotel Ruhig e Prestige hanno subito  danni importanti, e l’acqua del torrente ributtata indietro dal mare in tempesta ha divelto perfino i capanni in cemento, trascinando via lettini e ombrelloni. Stamani voragini punteggiano l’arenile, e il cielo è ancora scurissimo: la stagione era partita male e “rischia di finire peggio”.

IMG-20140726-WA0051

 

IMG-20140726-WA0052

IMG-20140726-WA0053

IMG-20140726-WA0054

IMG-20140726-WA0056

IMG-20140726-WA0057

 

 

IMG-20140726-WA0029

IMG-20140726-WA0030

IMG-20140726-WA0031

IMG-20140726-WA0032

IMG-20140726-WA0041

IMG-20140726-WA0042

IMG-20140726-WA0043

 

 

 

 

IMG-20140726-WA0004

IMG-20140726-WA0005

IMG-20140726-WA0006

IMG-20140726-WA0007

IMG-20140726-WA0008

IMG-20140726-WA0009

IMG-20140726-WA0010

IMG-20140726-WA0013

 

 

IMG-20140726-WA0086

IMG-20140726-WA0089

IMG-20140726-WA0091

IMG-20140726-WA0095

IMG-20140726-WA0097

IMG-20140726-WA0102

IMG-20140726-WA0103

IMG-20140726-WA0104

IMG-20140726-WA0105

IMG-20140726-WA0106

IMG-20140726-WA0107

IMG-20140726-WA0108

IMG-20140726-WA0109

IMG-20140726-WA0114

IMG-20140726-WA0117

IMG-20140726-WA0120

IMG-20140726-WA0121

 

 

Condividi:
  1. Anna maria Caldarigi 28 luglio 2014, 7:59

    Volevo informarvi che abbiamo delle foto fatte al momento dell’ inondazione il tutto e arrivato da dietro il depuratore una bomba d’acqua che in pochi minuti ha invaso chilometri di zona fino ad arrivare alle spiaggie ,negli ultimi tempi non e il Rio Crinaccio che straripa ma ad ogni piuvuta anche banale noi ci allaghiamo perche le Autostrade anno canalizzato le acque nel Rio Crinaccio ma con che testa come puo reggere tanta acqua .Aguzzi mi ha detto che quando sono state prese decisioni c’era sia il nostro assessore Paolini e il nostro attuale sindaco alla Regione si passano le palla uno con l’altro .Eravate gia stati chiamati a Ponte Sasso ,il nostro sindaco ci aveva promesso che a breve avrebbe fatto qualcosa , infatti si vedono i risultati. E da sabato che sono in mezzo al fango dentro e fuori casa ho salvato le macchine andando incontro alla marea di acqua che arrivava invece a Febbraio ci sono rimasta dentro subendo un danno di oltre 2000 Euro non possiamo vivere con la paura di perdere tutto e non dormire di notte .Adesso stiamo contando i danni ma chi ci risarcisce ci stiamo giocando anche quei pochi turisti che ci sono rimasti tanti di loro si sono giocati le macchine per un valore di svariati centinaia di Euro . Adesso e ora di fare qualcosa velocemente .

    Rispondi

Rispondi