Lavoro, scuola, ambiente e democrazia: al via la campagna referendaria

Lavoro, scuola, ambiente e democrazia: al via la campagna referendaria

FANO – Da domani i cittadini di Fano possono firmare i referendum abrogativi promossi da Possibile.

Le proposte riguardano:

Lavoro:
per proteggere il lavoratore dai demansionamenti previsti dal job’s act e dai licenziamenti illegittimi.

Scuola:
per una scuola di tutti abolendo lo strapotere del preside-manager

Ambiente:
per impedire le inutili trivellazione dei nostri mari, per abolire il carattere strategico delle trivellazioni stesse e per superare la politica delle “grandi opere”

Democrazia:
per abolire la legge elettorale o comunque almeno i capilista bloccati e la possibilità degli stessi di candidarsi in più collegi

I referendum abrogativi sono lo strumento più democratico per dare protagonismo alle persone e rendere possibile la partecipazione.

Occorre infatti dare voce ai cittadini sui temi fondamentali nei confronti dei quali nessuno ha chiesto il voto e che non erano contenuti in nessun programma elettorale.

Nei mesi di Agosto e Settembre il Comitato Possibile di Fano sarà presente in giro per la città coi banchetti per raccogliere le firme e parlare con la gente.

Allo stesso tempo, tutti i residenti di Fano possono rivolgersi agli Uffici del Comune per sottoscrivere le proposte.

L’invito é per tutti, affinché tutti abbiano la possibilità di decidere su temi che toccano profondamente la vita di ognuno di noi.

Il primo appuntamento é per domani mattina, sabato 1 agosto, alle ore 10,30, sotto i portici Gabuccini.

la portavoce
Marta Costantini

Condividi:

Rispondi