In 60mila alla terza sfilata del Carnevale di Fano

In 60mila alla terza sfilata del Carnevale di Fano

FANO – Delegazioni inglesi, tedesche e polacche, mascherate dal Belgio, musica allegria e satira: il Carnevale 2016 chiude con il botto. La minaccia del maltempo non ha spaventato i 60.000 visitatori che, come un’onda colorata hanno invaso viale Gramsci e spazzato via il grigiore del cielo.
In terra, invece, si scatenava la tempesta di getto: 90 quintali di dolciumi, per l’ultima volta in questa edizione, sono stati lanciati sulla folla creando uno spettacolo unico con nuvole di cioccolatini e caramelle che invadevano la folla. Tra i lanciatori più scatenati, il primo cittadino fanese Massimo Seri che, dal carro della storica “Musica Arabita”, con indosso la maschera ufficiale di Fano ha gettato chili e chili di cioccolato sulla folla.
“E’ un onore essere il sindaco di una città così ricca di passione per le proprie tradizioni e di voglia di divertirsi – ha detto il primo cittadino –. Caratteristiche dei fanesi che, insieme alla maestosità delle nostre opere in cartapesta create da maestranze eccezionali hanno impressionato le delegazioni di Wolfburg, Sant’Albans e Wieliczka, le città gemellate con Fano, che hanno fatto tanti complimenti alla nostra manifestazione. Sono sicuro che la promuoveranno nei rispettivi paesi”.

A rendere perfetta l’ultima domenica della kermesse, un sambodromo più animato che mai, pieno di gente mascherata e sopratutto di palchi e tribune sold-out. Sono stati 3 però, i palchi più originali e colorati che si sono aggiudicati i ricchi premi messi in palio dagli sponsor del Carnevale. Il 1° premio è andato al gruppo “A Chorus Line” (Palco numero 42) che si è aggiudicato un viaggio per 15 persone sul Lago di Garda messo in palio dalla Tuquitour. Il secondo classificato è stato il gruppo “Carmencita e Caballero” (Palco numero 49) che si è aggiudicato 15 biglietti ingresso omaggio per i parchi “Costa Edutainment”. 3° classificato “Nei nostri cannoni, coriandoli e fiori” a cui è andato il buono di 150 euro messo in palio da Conad Centro San Lazzaro.

“Quest’anno abbiamo calato un tris d’assi – ha detto il presidente dell’Ente Carnevalesca, Luciano Cecchi -. Domenica dopo domenica siamo riusciti a far esplodere viale Gramsci con la magia del Carnevale, senza intoppi e soprattutto dando una risposta di divertimento sano e gioioso alla marea di gente proveniente da tutta Italia che si è lasciata travolgere dalla nostra kermesse. Sono davvero felice perchè siamo riusciti anche a dare una mano ai tanti ristoratori e operatori economici della città. Voglio ringraziare i tanti volontari delle associazioni e le forze dell’ordine per avere garantito il loro impegno. Sono un asse portante di un evento sempre più internazionale”.

Un’ultima domenica che ha avuto anche un tocco di comicità grazie alla partecipazione straordinaria del “Duo Idea” di Zelig, nomitati sindaci del Carnevale. Daniele Mignatti e Adriano Battistoni, hanno sfilato lungo il corteo con la fascia tricolore e si sono poi spostati in piazza XX Settembre al termine della sfilata e dell’estrazione dei premi fedeltà della “Lotteria del Carnevale” dove si sono esibiti in un esilarete spettacolo musicale.
La sfilata principale è iniziata alle 15 quando, nel cielo terso sopra il Pincio hanno riecheggiato i 3 classici botti che dato il via al Carnevale. Come ogni domenica, la testa del corteo è stata trainata dalla Pandolfaccia, seguita da Miss Fano Federica Tombari e dalle delegazioni estere. Protagonisti indiscussi della giornata i 4 giganti di cartapesta e dalle mascherate: “Nel paese delle meraviglie” di Ruben Eugenio Mariotti seguito dalla Filarmonica Lama; “La Forza delle Maschere”, dei carristi Matteo Angherà e Luca Vassich; la mascherata “Le Streghe rosse” di Franco Guglielmo proveniente dal Belgio; “Habemus Carnevalem” ideato e creato s empre della coppia Vassilich e Angherà; “Spirito di… Carnevale” di “Gommapiuma per Caso”; la storica “Musica Arabita”.

Non ha deluso l’appuntamente più atteso, soprattutto dai più piccoli: Il Carnevale dei Bambini. Si è iniziato alle 10 in piazza XX Settembre dove, a pochi passi dal villaggio delle tipicità enogastronomiche e hobbistica si è svolta l’apertura del Carnevale con le majorette della “Filarmonica Lama” di San Giustino. Poi la festa si è spostata su viale Gramsci con tutte le coloratissime mascherate delle scuole fanesi.

Da record anche il risultato ottenuto dal turismo plein air con i raduni di camper organizzati dal Camping Club di Fano in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Ente Carnevalesca: la presenza complessiva dei camperisti è stata di circa 2500 persone. Turisti sono arrivati in città dal Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Lazio e Abruzzo. “E’ stato un bel modo di fare sistema a vantaggio del territorio – dicono dal Camping Club -.  L’impegno organizzativo è stato premiato e porterà risultati nel tempo: se tanti camperisti hanno scelto la nostra città durante il Carnevale, tanti, tantissimi, hanno dichiarato che ci torneranno”.

Carnevale-(1)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(2)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(3)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(4)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(5)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(6)-Ph@WilsonSantinelli

Carnevale-(7)-Ph@WilsonSantinelli

Habemus-Carnevalem-Ph@WilsonSantinelli

il-Duo-Idea-Ph@WilsonSantinelli

La-Musica-Arabita-Ph@WilsonSantinelli

 

 

Condividi:

Rispondi