Il vescovo Trasarti scrive ai nuovi sindaci citando Giorgio La Pira

Il vescovo Trasarti scrive ai nuovi sindaci citando Giorgio La Pira

Carissimo/a

come Pastore della Chiesa di Fano Fosombrone Cagli Pergola, anche a nome dell’intera Diocesi, desidero esprimere a voi tutti il mio apprezzamento per la vostra elezione alla guida delle Amministrazioni Comunali, affidatevi democraticamente dal consenso popolare. Vi manifesto, all’inizio del mandato, i più fervidi auguri di buon lavoro. Sia per voi, questa che vi accingete a percorrere, un’avventura esaltante a servizio della gente del nostro territorio, un impegno costante nella realizzazione del bene comune. E voglio augurarvi “buon lavoro”, ricordando una figura eccezionale del cattolicesimo sociale: Giorgio La Pira.

Nel 1955 Giorgio La Pira, storico sindaco di Firenze, così scriveva a Fanfani, allora segretario della DC: “Fino a quando voi mi lasciate in questo posto (di sindaco di Firenze) mi opporrò con energia massima a tutti i soprusi dei ricchi e dei potenti. Non lascerò senza difesa la parte più debole della città (…) Tutta la vera politica sta qui: difendere il pane e la casa della gran parte del popolo italiano… Il pane (e quindi il lavoro) è sacro; la casa è sacra; non si tocca impunemente né l’uno né l’altra. Questo non è marxismo: è il Vangelo!”

Con tanta umiltà, carissimi amici, vi consegno questa bellissima riflessione di un “testimone del sociale”, che ha dato la vita per i bene comune. Sia il vostro continuo punto di riferimento nel difficile, ma meraviglioso servizio cui siete stati chiamati.

Privilegiate le persone. Mettete al centro del vostro impegno politico l’uomo, e tutto l’uomo. La persona e non il calcolo di parte. La persona, e non le astuzie del potere. Ascoltate le persone. Guardate in faccia gli ultimi. Servite il popolo e il bene comune. Servite tutto il popolo che vi è stato affidato, non solo quelli che vi hanno votato.

Vi raccomando particolarmente i giovani: non rubiamo loro la speranza.

Vi auguro che possiate trovare tanta collaborazione per rendere bella la vita della nostra comunità ricca di relazioni profondamente umane e di servizi aderenti alle necessità di ogni persona.

Siate sindaci di tutti! Valorizzate l’avversario e conserverete, accrescendolo pure, il vostro prestigio e il vostro potere.

 

                                                                                                    + Armando Trasarti

                                                                                        Vescovo di Fano Fossombrone Cagli Pergola

Condividi:

Rispondi