Il Csi scende in campo per contrastare epilessia, attacchi di panico e svenimenti

Il Csi scende in campo per contrastare epilessia, attacchi di panico e svenimenti

FANO – Secondo un recente studio, circa 65 milioni di persone nel mondo soffrono di epilessia mentre sono ben 4 milioni gli italiani che almeno una volta all’anno fanno uso di ansiolitici per contrastare attacchi di panico. I bambini, purtroppo, non sono immuni da questi dati impietosi ed ecco quindi che appare importantissimo formare in tal senso quelle figure che giornalmente lavorano e sono a contatti con i più piccoli.
Il Centro Sportivo Italiano di Pesaro-Urbino (sede in Fano) è da sempre sinonimo di garanzia e sicurezza e per rafforzare ancora di più questo concetto organizza per giovedì 7 giugno alle 21 al Palas Allende di Fano, un corso di formazione riservato ai 67 ragazzi di età compresa tra i 16 e i 35 anni di tutta la provincia che di recente hanno acquisito il diploma di educatore. Docenti del corso saranno i medici dell’associazione Fano Cuore Onlus che, coadiuvati dallo staff di Avis Fano e Il Piccolo Grande Alessandro, insegneranno ai ragazzi i segreti per affrontare al meglio casi di epilessia, attacchi di panico e svenimento.
Questo corso, alla luce dei centri estivi che inizieranno l’11 giugno, diventa quindi fondamentale e dà alle famiglie quella garanzia in più e la consapevolezza che il proprio figlio è in buone mani. Durante la serata di giovedì, inoltre, sarà effettuato un re-training dei corsi di primo soccorso Bls e Blsd, già effettuati dallo staff Csi che si appresta ad iniziare la stagione estiva assolutamente preparato e formato anche sotto questo punto di vista.
“La sicurezza dei ragazzi è per noi al primo posto – afferma il presidente, Marco Pagnetti -. In tutte le sedi dei centri estivi la nostra equipe è formata da laureati o laureandi in scienze motorie o psicologia e in ogni sede sono costantemente presenti almeno due operatori in grado di usare il defibrillatore, oltre ovviamente ad altri operatori formati dal punto di vista del primo intervento. La formazione è uno dei nostri punti di forza tant’è che riusciamo a garantire la presenza di personale qualificato in tutti i centri anche qualora il responsabile del centro stesso sia assente per causa di forza maggiore”.
Un’estate sicura dunque per tutti coloro che decideranno di affidarsi al Csi che quest’anno si prepara a crescere notevolmente i numeri dell’anno scorso. Ad una settimana dall’inizio, infatti, sono oltre il 30% in più i bambini iscritti grazie anche all’incremento delle sedi.
14 in totale le strutture che ospiteranno l’attività del comitato dall’11 giugno al 7 settembre, otto delle quali pronte ad accogliere bambini dai 3 ai 14 anni (Circolo Tennis Trave, Nuova Beachouse di Gimarra, Palas Allende a San Lazzaro, Ex scuola sorelle Agazzi a Caminate, scuola Tombari a Bellocchi, Lido 3 e pista di pattinaggio al Lido e palestra di Via Toscana a Pesaro).
Alla scuola Gaggia di Fano 2 invece e alla Berardi di Sant’Orso, tante attività per i piccoli dai 3 ai 6 anni mentre sempre a Sant’Orso, ma questa volta alla scuola Montesi, si ritroveranno i ragazzi dai 6 ai 14 anni.
A questi centri vanno aggiunte le strutture di Marotta (Beach Stadium) e Fossombrone dove i camp sono organizzati da associazioni sportive affiliate al Csi.
Tra i centri che stanno riscuotendo maggior successo ci sono quelli al Palas Allende e a Bellocchi mentre è stata apprezzata tanto dalle famiglie la scelta di ricreare un camp al Circolo Tennis Trave, da sempre uno dei più gettonati.
“Avere all’interno del nostro staff ben 67 operatori – conclude Pagnetti – ci permette di seguire i ragazzi in maniera precisa e costante. Abbiamo un educatore per ogni 8 bambini e anche questo crediamo che sia sinonimo di sicurezza per le famiglie”.

Condividi:

Rispondi