Fossombrone, trasferimento del Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione

Fossombrone, trasferimento del Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione

FOSSOMBRONE – Questa Segreteria Regionale in occasione del trasferimento ad altra sede di servizio dell’Amministrazione Penitenziaria del Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione di Fossombrone Commissario Dott. Francesco SERPICO, ritiene doveroso salutare con amicizia e stima il citato Funzionario che in questi anni ha svolto il suo delicato compito istituzionale con umanità, abnegazione ed alto senso del dovere; Anni trascorsi tra innumerevoli difficoltà legate alla tipologia dell’Istituto

Penitenziario destinato alla gestione di reclusi del circuito “Alta Sicurezza”, risolte sempre brillantemente grazie al clima positivo creato dal Direttore Dott. Maurizio Pennelli, dal Commissario Francesco Serpico e dalle Donne e dagli Uomini delReparto della Polizia Penitenziaria della C.R. Fossombrone. Anni in cui il clima positivo citato ha rinvigorito quotidianamente il già forte senso di appartenenza allo Stato Italiano di ogni singolo Poliziotto Penitenziario ivi in servizio e che gli ha dato la giusta forza per affrontare il duro Servizio Istituzionale.

Ai saluti fraterni che facciamo con il presente comunicato al Commissario Serpico si accompagna un grande “in bocca al lupo” al suo successore, il Commissario Dott.ssa Marta BIANCO prima Funzionaria del Corpo della Polizia Penitenziaria a comandare il prestigioso e storico Reparto della Polizia Penitenziaria di Fossombrone; avendo avuto modo di conoscerla in questi mesi siamo certi che saprà affrontare egregiamente il suo importante e delicato mandato istituzionale.

Un caro pensiero va ai nostri fratelli che sono stati marmorei pilastri del nostro penitenziario, che purtroppo non sono più tra noi e ci hanno lasciato un immenso vuoto interiore.

Fossombrone 9 novembre 2014

il vice segretario regionale

f.to Giuseppe PASQUINO

Condividi:

Rispondi