Esondato il Rio Crinaccio martedì notte. Preoccupazione per cittadini e operatori balneari – VIDEO

Esondato il Rio Crinaccio martedì notte. Preoccupazione per cittadini e operatori balneari – VIDEO

FANO – Il mare in tempesta aveva divelto perfino i capanni in cemento, trascinando via lettini e ombrelloni. Il Rio Crinaccio invece aveva inghiottito la spiaggia e invaso di acqua e fango ristoranti, abitazioni e Hotel rimasti poi per giorni senza luce. Barche rovinate e con motori divelti e tanta paura. I Turisti, gli operatori balneari e gli abitanti di Ponte Sasso hanno subito tutto questo con la tempesta di sabato pomeriggio.
Ma nella notte tra martedì e mercoledì Il Rio Crinaccio è esondato ancora una volta. Grazie alla solidarietà tra abitanti e gestori di spiagge, tra cui Marco Mastrogiacomi è stato dato l’allarme con il passa parola intorno alla mezzanotte, cercando di prevenire il peggio con i sacchi di sabbia. Stanchi della situazione, continuano a rimanere in allerta per paura dell’arrivo di nuovi temporali che possano causare ancora danni e disagi a tutta la zona.

 

 

Condividi:
  1. giulio di Perugia 31 luglio 2014, 21:10

    Massima solidarietà e sostegno al titolare dei bagni Alda che a proprie spese e di propria iniziativa sta colmando le carenze degli amministratori pubblici che questo disastro lo avrebbero potuto e dovuto evitare.
    Utilizzare il termine giornalistico “bombe d’acqua” fa apparire eccezionale ciò che sta accadendo, ma in realtà si tratta di semplici temporali (durati meno di un’ora nel caso dell’esondazione del rio Crinaccio del 26.07.2014) e di poco più di una “pioggiarella” nell’esondazione odierna. Pertanto le responsabilità sono ben chiare e ricadono tutte sull’amministrazione pubblica locale.
    Dimissioni subito per i responsabili
    Ci aspettiamo un pronto intervento del Sindaco e del suo staff per la messa in sicurezza di PONTE SASSO e delle altre zone colpite

    Rispondi

Rispondi