Due fratelli marocchini danno in escandescenza. Arrestati dalla Polizia per atti osceni e violenza

Due fratelli marocchini danno in escandescenza. Arrestati dalla Polizia per atti osceni e violenza

FANO – Due fratelli marocchini di 39 e 44 anni sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Fano per resistenza, violenza, lesioni a pubblico ufficiale e atti osceni in luogo pubblico. I due si sono presentati nel tardo pomeriggio di ieri alla Pineta di Ponte Metauro, dove erano presenti diverse famiglie e ragazzi in occasione della festività del primo maggio. Una volta lì, in evidente stato di ubriachezza, hanno iniziato a mettersi in mostra con atteggiamenti invasivi, mangiando nei tavoli delle persone presenti, infastidendo ragazzi e ragazze arrivando fino a mostrare le parti intime. Sul posto é arrivata una pattuglia del commissariato di Fano, guidato da Stefano Seretti. I due però non si sono fatti scoraggiare dalla presenza degli agenti, aggredendoli, e facendo danni anche all’interno della Volante e poi in Commissariato. Per loro é scattato l’arresto. I due agenti sono dovuti ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, dove i sanitari hanno giudicato guaribili le lesioni subite in 5 ed 8 giorni.

Condividi:
  1. Chi maruchin ve fan bei, prest ve manden via dall,Italia menen anca mai puliziot
    cmanden lora en ce nisciun che i da do pugn per fai capi com se sta tel mond.
    stan arrivand in sicilia tutti i giorni.

    Rispondi
  2. Cavolo ero lì a pranzo… perchè non sono passati da noi, cè nè sarebbero state abbastanza per tutti e 2 anche senza chiamare la polizia, buffoni ubriachi.

    Rispondi
  3. Non abbiate paura di loro, sono i “nuovi italiani” come dice la Boldrini. Ringraziate i politici che permettono l’invasione del nostro paese da parte di questa gentaglia, e sappiate che ne arriveranno sempre più. Poi le conseguenze le vedete già, qui in prima pagina. Rubano auto ecc

    Rispondi

Rispondi