Consegnate medaglie belliche ai combattenti della seconda guerra mondiale

Consegnate medaglie belliche ai combattenti della seconda guerra mondiale

CANADA – Un grande evento che segnerà la storia, quello organizzato da Scipioni Joselito, commissario Regione Marche dei Cristiano Riformisti e titolare di un progetto a beneficio dei combattenti e reduci, e il Dott. Perry Mazzanti, Presidente dell’Associazione Socio Culturale “La Famiglia Marchigiana”, con sede a Montreal, per una nobile iniziativa mai fatta in Canada da un’associazione di Italo canadese, che, ha toccato nel profondo i cuori delle persone presenti.
Prima iniziativa organizzata nelle americhe, fortemente voluta dal Dott. Perry Mazzanti, notaio della città canadese di Montreal, che ha visto conferite le medaglie belliche mai ricevute dai combattenti e reduci, che, dopo aver partecipato al secondo conflitto Mondiale, sono emigrati da un’Italia decimata da la guerra e con scarse prospettive di lavoro. Un doppio sacrificio, il loro, in quanto, dopo essersi sacrificati per la propria patria, hanno dovuto affrontare il doloroso sacrificio di un’emigrazione. A loro il Ministero della difesa, mediante il centro documentale di Ancona ha conferito le Croci al Merito di Guerra, le medaglie di benemerenza, per le campagne 1940-43 e 1943-45, documentato da radio, televisioni e giornali italo canadesi
Tante le emozioni vissute nella prestigiosa serata, dove non sono mancati momenti di vera commozione, da parte degli insigniti, 15 in totale tra combattenti reduci, quattro viventi di cui 3 Marchigiani: Gattoni Fernando, di anni 97, originario di Montemaggiore al Metaruto, Barbadoro Lidio anni 90 originario di Mondavio e Spadoni Lino anni 91 originario di Barchi, ed un’abruzzese De Iure Gino di Ortona (CH), che, hanno ricordato e visti appagati i propri sacrifici bellici, e gli eredi figli emozionati e commossi, per aver avuto il privilegio di ricevere una medaglia per i propri padri, sapendo e conoscendo dai loro racconti i sacrifici fatti in guerra. I marchigiani insigniti erano tutti della provincia di Pesaro: Mei Dino, Chiarucci Duilio, Andreani Arduino, Pozzi Attilio, Vitali Corrado, Fraticelli Nello, e tre calabresi: Ferrarelli Giovanni, Merenda Francesco e Pucci Ottavio. Vi era anche un siciliano tra i decorati, Milazzo Giovanni, venuto a mancare, durante i preparativi del Galà. Onorata la memoria del caduto Giacomoni Nazzareno, di Montemaggiore, caduto sul fronte Jugoslavo, il 17 ottobre 1942, al quale sono state conferite alle memoria, le onorificenze belliche.
Tra gli insigniti, vi erano anche dei deportati nei campi di concentramento tedeschi, ai quali andrà la Medaglia d’Onore conferita dalla Presidenza della Repubblica Italiana ai cittadini italiani, civili e militari, che, dopo l’8 settembre, furono catturati e deportati in Germania internati nei lager nazisti. Quest’ultima onorificenza, sarà consegnata dal Sig. Console Generale di Montreal, che ha voluto incontrare Scipioni durante la sua trasferta canadase e la dove si è complimentato con Scipioni per l’eccellente iniziativa ed al quale ha augurato di tornare presto in Canada, magari per la stressa iniziativa, allargata ad altre associazione regionali italiane

La cosa più bella e gratificante, per me, ha dichiarato il commissario C. R. Scipioni, oltre aver consegnato le meritate medaglie è stata la gratitudine delle persone, dei familiari e di tutti gli italo canadesi, marchigiani e non, presenti alla serata di Perry Mazzanti, compresi coloro che non sono stati insigniti di onorificenze belliche, calore, stima e riconoscenza mai ricevuti nella mia vita, anche da coloro che ho incontrato durante le mie giornate impegnative di Montreal, molti dei quali, eredi di un reduce combattente emigrato in Canada dopo la fine del secondo conflitto mondiale

Condividi:
  1. Ci doveva pensare un italoamericano? L’Italia quando ci pensa è sempre tardi! Aspetta che vadano all’altro mondo?

    Rispondi

Rispondi