Casette post-sisma: consegnate le ultime 23 a Muccia, le ultime 40 a Castelsantangelo sul Nera e 7 a Camerino

Casette post-sisma: consegnate le ultime 23 a Muccia, le ultime 40 a Castelsantangelo sul Nera e 7 a Camerino

CASTELSANTANGELO SUL NERA – Sono state consegnate questa mattina le casette nei comuni di Muccia, Camerino e Castelsantangelo sul Nera alla presenza del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, del capo dipartimento della Protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli, dellassessore regionale Angelo Sciapichetti e dei sindaci.  A Muccia sono state consegnate ai cittadini le chiavi delle ultime 23 Sae in contrada Varano, le ultime 40 a Castelsantangelo sul Nera, mentre a Camerino consegnate le prime 7.  “Le casette sono un passaggio temporaneo – ha detto Ceriscioli –  perché ci permette di passare alla fase successiva che è quella di tornare a casa, attraverso la ricostruzione. Abbiamo creato un modo di lavorare molto legato tra le istituzioni, una relazione positiva necessaria per risolvere i problemi che di volta in volta  possono emergere, ma facendo sempre un passo avanti”. “Oggi – ha proseguito Ceriscioli –  è il giorno del risultato e ringrazio tutti coloro i quali hanno lavorato portando il proprio mattoncino. La qualità delle opere di urbanizzazione realizzate nelle aree sono state imponenti e fa capire quanto abbiamo a cuore questi territori. Il nostro impegno sarà sempre lo stesso per rendere i cittadini consapevoli che stiamo lavorando per loro, per la comunità e il bene comune. Borrelli durante la consegna delle chiavi a Camerino ha voluto sottolineare che in “una città così popolata è stata realizzata unattività oculata nel soddisfare le esigenze dei cittadini attraverso l’ economicità”. Il sindaco di Muccia, Mario Baroni, quello di Camerino, Gianluca Pasqui e il primo cittadino di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci, hanno ribadito il concetto del Presidente della Regione nel fare squadra. Solo così si è vincenti lasciando perdere le critiche sterili perché la popolazione molto provata ha bisogno di ritrovarsi nel territorio e nella socialità a partire proprio dalle casette installate in prossimità delle città e delle frazioni. Tutti e tre soddisfatti nel consegnare le chiavi ai propri cittadini emozionati anche loro nel ritornare piano piano alla normalità.

Condividi:

Rispondi