“Cartoceto Dop, il Festival”, buona la prima: grande affluenza di pubblico. Appuntamento a venerdì 14

“Cartoceto Dop, il Festival”, buona la prima: grande affluenza di pubblico. Appuntamento a venerdì 14

CARTOCETO – Ottima affluenza di pubblico e tanto entusiasmo in questa prima domenica di “Cartoceto Dop, il Festival – 38^ Mostra Mercato dell’Olio e dell’Oliva”, la nuova manifestazione che mescola tradizione, cultura, intrattenimento e gusto in onore dell’olio Dop Cartoceto.

Sin dalla mattinata, tanti i visitatori accorsi dalla provincia e un folto gruppo di instagramers provenienti da tutta la regione ha preso d’assalto il borgo antico per raccontare attraverso la fotografia questa nuova manifestazione.

Hanno poi raggiunto la piazza, dopo aver percorso le stradine tra le colline del cartocetano alla scoperta di frantoi e angoli della natura, i protagonisti in bike de “I Sentieri Verdi di Cartoceto Dop”, guidati dall’associazione Ponticello. Qui i ciclisti si sono uniti ai cultori dell’olio di qualità, in piazza per degustare e acquistare l’oro verde delle Marche direttamente dai produttori.

Dalla degustazione al pranzo il passo è breve, e dalle 12 tutte le osterie del centro storico hanno aperto le porte agli amanti della buona cucina, per una sosta di gusto prima di riprendere il tour pomeridiano. Piatti tipici, tovaglie imbandite e caminetti accesi hanno contribuito a creare un’atmosfera unica.

Alle 15 grande affluenza di pubblico per la consueta apertura ufficiale della manifestazione con il taglio del nastro. Presenti, accanto al sindaco di Cartoceto Enrico Rossi e alla sua amministrazione, il Consigliere Regionale Mirco Carloni il vicepresidente della Provincia di Pesaro Urbino Maurizio Gambini, il Presidente Provinciale della Pro Loco Francesco Fragomeno, Massimo Seri sindaco di Fano, il sindaco di Serrungarina Marta Falcioni Venturi, quello di Mombaroccio Angelo Vichi, il comandante provinciale della Guardia Forestale Maurizio Cattoi, il presidente del Consiglio dell’Unione Valle del Metauro Andrea Cappellini e il Vescovo S.E. Armando Trasarti.

L’aria festivaliera si respira con maggior intensità proprio nel pomeriggio, con tante situazioni aperte contestualmente. Piazza Garibaldi si ripopola di visitatori e curiosi assaggiatori dell’olio dop, mentre, sorpassato l’arco della piazza, in via Marcolini Cuboliquido prosegue il suo lavoro di 3D street art ispirato all’olio e giù per il loggiato di via delle Mura, si attraversa lo spazio gestito dall’associazione La Via della Seta e si raggiunge la Biblioteca dei Bimbi, nursery e laboratorio didattico per i più piccoli.

Proseguendo si sale fino al Teatro del Trionfo dove l’artista e curatrice Gesine Arps in compagnia della critica d’arte Elisabetta De Blasi inaugurano, davanti a una folla di appassionati, la 16^ edizione della collettiva Sentimento Agreste.

Tutto prenotato poi a teatro per il concerto del Rossini Street Quartet, il primo concerto della rassegna “Gli Spettacoli del Trionfo” e il primo spettacolo a teatro dopo più di 40 anni di fermo.

Vini, degustazioni, fiori fritti sono i protagonisti del Giardino di Bacco, dove sin dalle 16 molti visitatori si sono recati per degustare i vini doc locali serviti dall’Associazione Italiana Sommelier della Provincia di Pesaro Urbino coordinati da Raoul Marinelli.

Insomma un vero e proprio festival, che già da questa prima giornata, e aspettando il clou del weekend che parte venerdì 14, ha saputo decantare l’eccellenza di questa dop in un sapiente dialogo con le arti, la cultura, l’enogastronomia.

Condividi:

Rispondi