Campanili distrutti durante la guerra, Mazzanti farà luce sulla devastazione – FOTO

Campanili distrutti durante la guerra, Mazzanti farà luce sulla devastazione – FOTO

FANO – Fano ha un triste primato in Italia, quello di esser la città col maggior numero di campanili distrutti durante la guerra.
Le ultime giornate di agosto del 1944 sono ben descritte nel diario giornaliero del Perugini che riporta gli avvenimenti accaduti a Fano durante il secondo conflitto mondiale. Nonostante questo, purtroppo, non riusciamo a capire per quale motivo la rabbia teutonica si sia abbattuta sui nostri campanili.
L’idea di utilizzarli come punti di osservazione non è realistica in quanto giornalmente volavano i ricognitori Cicogna; usarli come punto trigonometrico è altrettanto improbabile, poichè i campanili di Pesaro si sarebbero prestati meglio essendo più vicini alla linea gotica. Forse il tenente Fischer, acceso luterano, voleva fare un affronto al borgomastro e Vescovo di Fano Vincenzo Del Signore?

Stasera alle ore 21,15 presso la Chiesa del Suffragio, dopo oltre 70 anni lo storico Gastone Mazzanti cercherà di far luce su questa devastazione che ha cambiato per sempre lo skyline della nostra città.
Durante la serata inoltre sarà possibile vedere una mostra di foto storiche a cura di Stefano Bramucci e ritirare gratuitamente una copia del libro “Na volta, a Fan, c’eren i campanii”.

Piazzadopo guerra

Duomodopo

via-Serravalle

Piazza

Duomo

Condividi:

Rispondi