Bene Comune: “Un anno di nulla, il Sindaco dorme”

Bene Comune: “Un anno di nulla, il Sindaco dorme”

FANO – “Cittadini fanesi, fate piano….ssstt….non fate rumore:rischiereste di svegliare il Sindaco!
Il quale invece se la dorme saporitamente,mentre la Città a lui affidata da oltre un anno (per sua scelta e per il voto sbagliato di una risicata maggioranza di fanesi) lentamente, ma inesorabilmente muore….
Pezzi di Fano se ne vanno ogni tanto (l’Ospedale,il Porto,tra poco -si dice-l’Agenzia delle Entrate, così come successe nel silenzio più assoluto il tribunale ) nella colpevole indifferenza – o è impotenza politica? – del sindaco Seri e della sua Giunta.
Anche l’ordinaria amministrazione fa acqua da tutte le parti: il bilancio approvato a fine giugno (Pesaro l’ha fatto a marzo, guadagnando tre mesi di programmazione) ne è la dimostrazione burocratica;il manto stradale disastrato (non bastano quattro strade che stanno sistemando solo adesso!) la dimostrazione operativa.

Ma soprattutto quello che lascia sconcertati è che manca un Progetto di Città, un’idea-guida per rilanciare quello che è pur sempre il terzo Comune delle Marche, cosa che se non ce la diciamo tra noi non è evidente a nessuno….
L’idea forte poteva,doveva essere il turismo : un turismo che facesse leva su Fano Città dei bambini, sulla romanità (proposta in modo non volgare), sul rapporto tra la bella costa e la splendida collina, sugli studenti coinvolgendo adeguatamente l’eccellente Ossrvatorio con museo interattivo del Balì, sulle attività sportive e sulle persone anziane in bassa stagione. Chi l’ha visto?

Tutto tace, a parte il chiasso-più che la musica,che è un’altra cosa- che starnazza a tutto volume da qualche isolato locale sul mare, nel tentativo maldestro di scimmiottare la riviera romagnola. Che tristezza!Dov’è finito il “genius loci”,quella fanesitudine che è inventiva,brillantezza,creatività,genialità appunto?

Tutto tace…..ssttt…non fate rumore :il Sindaco dorme. Ma la sua non è una penichella,è un letargo!
Letargo da cui si dovrebbe uscire con la solenne mega-convocazione degli “Stati Generali per lo sviluppo sociale ed economico della città di Fano”convocati per lunedì prossimo, frutto di un lavoro portato avanti finora nelle segrete stanze solo con gli amici degli amici.
Oltre il titolo enfatico (più adatto alla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo), c’è il tentativo di mascherare un anno di ritardo, con un’altra estate non adeguatamente sfruttata, in tempi di grave crisi economica in cui l’indotto turistico rappresenta da solo quasi il 50% del reddito della Città.
Ma ciononostante andremo a partecipare curiosi, sperando che-come è capitato in corso d’anno-qualcuno non ci ritenga interlocutori “sgraditi”, magari perchè cantiamo fuori dal coro …

“PS A dire il vero c’è chi a Fano è sveglio,eccome! Ci riferiamo alla Polizia Municipale, quantomai solerte nel multare i cittadini senza pietà. Come sempre accade quando c’è il bilancio da rimpinguare…
Chiaramente sanzionare è un suo compito, ma vorremo la “nostra” Polizia più presente e solerte in altri compiti istituzionali, di protezione (e non di punizione), di sicurezza, di salvaguardia e di aiuto dei cittadini.
Alzi la mano chi vede più un vigile a dirigere il traffico nei tanti snodi delicati della Città (via della Giuztizia,Via Roma,Via dell’Abbazia,Arco d’Augusto,ingresso a S.Orso,via Papiria..), tantochè i cittadini hanno oramai imparato – con pazienza e buon senso-a cavarsela da soli….”

BENE COMUNE

de marchi e giuliani bene comune

Condividi:

Rispondi