Antibracconaggio nel pesarese: multe e sequestri di animali selvatici

Antibracconaggio nel pesarese: multe e sequestri di animali selvatici

PESARO – I Carabinieri Forestali hanno avviato una campagna di controlli a tutela dell’ambiente e della fauna della Provincia di Pesaro e Urbino. A partire dal 1^ Settembre, giorno di pre-apertura della stagione venatoria, sono state dedicate all’antibracconaggio oltre cento pattuglie. Particolarmente intensa l’attività antibracconaggio nel basso Foglia e nella area periurbana del capoluogo.
In tale area sono stati controllati 45 cacciatori e accertate n. 7 violazioni. In particolare, nei primi giorni di settembre, sono state sequestrate n.6 quaglie (Coturnix coturnix), detenute illegalmente e destinate a sicura morte.

La Stazione Carabinieri Forestale di Pesaro, infatti, ha individuato due cacciatori che detenevano illegalmente n. 6 esemplari di quaglia. Gli animali sono stati sequestrati e affidati alle cure del CRAS di Pesaro per le cure del caso e la loro successiva messa in libertà. Oltre al sequestro della selvaggina viva, ai trasgressori è stata comminata la sanzione amministrativa per violazione alla legge regionale sulla caccia.

Significativa anche l’attività di contrasto al bracconaggio ittico nelle acque interne, con 48 persone controllate e n. 13 illeciti accertati.

Il Ten. Col. Gabriele Guidi, Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pesaro e Urbino, e ha dichiarato: ”sottolineo la significativa attività operativa a tutela dell’ambiente e della legalità posta in essere dai reparti Carabinieri Forestale. Più in generale, nel senso di un corretto rapporto tra attività venatoria e territorio, richiamo l’obbligo di attenersi alle distanze di sicurezza fissate dalla norma, che vietano l’esercizio della caccia a distanza inferiore ai 100 metri da immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro e inferiore a 50 metri dalle vie di comunicazione (ferrovie e strade) come stabilito dall’Art. 21 lett. e) L. 157/92 e Art. 39 lett e) L.R. 7/95.”

Condividi:

Rispondi