Zaffini: “Fano come Cotignola? Fumo negli occhi per scippare il S.Croce”

0
1615

FANO – “Furbo, furbissimo il presidente della regione Marche Ceriscioli targato PD Pesaro a nominare una delle mete più frequentate e ammirate per la qualità dei servizi dai pazienti della nostra provincia. Questo per far digerire la chiusura dell’ospedale di Fano che risale al 1500 e che fino a un decennio fa, ovvero prima della scellerata idea di crearne uno unico, godeva di una splendida salute ed era più che all’altezza nel soddisfare i livelli assistenziali.

Prima Fosso Sejore scelta fittizia che serviva solamente a far dire che i sacrifici erano equamente divisi tra Fano e Pesaro essendo a metà strada. Adesso viene sparso altro “fumo negli occhi” con la promessa Fano come Cotignola, mentre l’ospedale unico sarà fatto a Pesaro con i soldi della vendita di quello di Fano ai privati. Ma dov’è la dignità verso la terza città delle Marche e verso tutto il bacino del Metauro? Purtroppo questo scippo sarà reso possibile anche perché non c’è più una opposizione politica che ci rappresenti in Regione (nella precedente eravamo 4 consiglieri su 9). Non ci sono sindaci con gli attributi ed i partiti che ora viaggiano al 15% come la Lega non hanno nemmeno un consigliere comunale in tutta la provincia, né tanto meno un consigliere regionale come potevano vantare precedentemente.

Allora, visto che dal fronte politico non se ne trarrà nulla, difronte a queste scelte che sono importantissime per gli equilibri territoriali e all’equità che la salute richiede, saranno fondamentali i movimenti civici e come già espresso anche dall’ex Sindaco Mazzoni l’indizione di un referendum provinciale. Perché Fano come Cotignola non ci crede proprio nessuno!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here