Zaccarelli (Uniti per le Marche): “Una struttura portuale efficiente genera economia”

0
1302

“Questa mattina ho voluto fare un tour nei due porti della provincia per raccogliere, come sempre faccio, impressioni e necessità di chi ci vive e lavora”
La condizione che accomuna i due porti di Fano e Pesaro non riguarda solo il problema del dragaggio che rappresenta nell’immediato un’emergenza alla quale la politica avrebbe dovuto da tempo avrer trovato giuste risposte, ma anche un concetto di sviluppo sia commerciale che turistico capace di avviare un volano economico che potrebbe assicurare la tessuto sociale ed economico un reale rilancio strutturale.
Al porto di Pesaro vanno ultimate il più rapidamente possibile le opere a terra, che potrebbero far sì che, un porto commerciale come quello Pesarese divenga un vero scalo commerciale. La piccola impresa e l’artigianato locale troverebbero in questo indotto una stampella alla quale appoggiarsi in un momento di crisi profonda. Infatti,parlando, questa mattina con operatori commerciali sulla banchina del porto, mi hanno manifestato la necessità di un bagno pubblico, che potrebbe venire incontro alle loro esigenze e quelle dei loro clienti. “Vicino alla gente” significa per me, interpretare i loro bisogni e creare le condizioni necessarie una volta in regione perchè queste vengano portate a buon fine le soluzioni migliori.
Il porto di Fano inoltre con la sua vocazione turistica potrebbe rappresentare un asset di riferimento per un turismo diportistico che dia ossigeno anche al tessuto commerciale della città penso a ristoranti, alberghi e strutture ricettive varie. Ma anche agli artigiani del settore nautico, fiore all’occhiello a livello nazionale fino a poco tempo fa. Un porto efficiente e al 100% della sua operatività potrebbe evitare che alcuni pescherecci, di grosse dimensioni, siano costretti ad attraccare nella limitrofa Senigallia.
Ma i grossi natanti e pescherecci devo poter entrare e uscire con agilità e senza rischi.
Io mi attiverò affinche tutte le iniziative che approderanno in regione, indirizzate in questo senso, trovino il più largo consenso possibile.
Uff.Stampa
Zaccarelli Antonella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here