XIV° Premio Internazionale Cartagine a Giuseppe Ottaviani, 99enne di Sant’Ippolito

0
1326

SANT’IPPOLITO – Il XIV° Premio Internazionale Cartagine verrà consegnato il 28 marzo prossimo all’atleta pluripremiato Giuseppe Ottaviani, 99enne di Sant’Ippolito.

“All’Ill.mo Sig. GIUSEPPE OTTAVIANI,
con la presente siamo a comunicarLe che la nostra Accademia Le ha conferito il “PREMIO INTERNAZIONALE CARTAGINE 2014 ”, Premio che Le sarà ufficialmente consegnato nel corso della Cerimonia di Gala che si svolgerà presso il CASTELLO DELLA RANCIA, nella Città di TOLENTINO (MC – Italia), uno dei Comuni componenti l’Unione Montana dei Monti Azzurri, nella Regione Marche, il giorno 28 marzo 2015, con inizio della cerimonia di Premiazione alle ore 16,00 circa.
La S.V. è stata giudicata meritevole del conferimento del prestigioso Premio, per le Sezione “SPORT ”, con la seguente motivazione:
“In virtù dei meriti acquisiti nel mondo dello “Sport”, riuscendo a conquistare all’età di quasi 98 anni ben 10 Medaglie d’Oro in un Campionato Mondiale Master di Atletica Leggera ed a stabilire anche un Record del Mondo, testimoniando, con il proprio esempio di vita, il vero spirito dello sport e dell’amicizia che lo sport sa generare, offrendo un prezioso contributo alla diffusione della cultura della pace e della fratellanza universale tra i popoli ”.
Sarà motivo di immenso onore per la nostra Accademia, la Sua accettazione del conferimento.
Sarà motivo di immenso onore anche la Sua conseguente partecipazione alla Cerimonia di consegna del Premio Cartagine, ma nella previsione che ciò potrebbe risultare non attuabile, Le segnaliamo fin da ora che una Delegazione ufficiale della nostra Accademia sarà ben lieta di poterle consegnare direttamente il Premio in data e luogo da Lei indicato.

Il Premio Internazionale Cartagine, rappresenta un prestigioso riconoscimento destinato a coloro che hanno contribuito, in Italia ed all’Estero, allo sviluppo ed alla diffusione della cultura e del sapere nei diversi settori, nell’interesse supremo dell’elevazione e della promozione del progresso dei popoli, della ricerca della verità, della libertà, della giustizia e della pace e, quindi, della fratellanza universale.
Il Premio Internazionale Cartagine, se ci si perdona l’ardire dell’accostamento, può essere paragonato ad un “premio nobel” in versione “speciale”, che nasce dall’idea di riconoscere il giusto merito a coloro che hanno contribuito allo sviluppo della cultura nei diversi settori attraverso lo scambio di esperienze e del sapere: un ideale “ponte di cultura” che si svolge in forma itinerante tra le Nazioni che si affacciano sul “Mediterraneo”.
Nel corso delle prime nove Edizioni, il Premio ha toccato le città di Sousse (Tunisia – 2001), Hammamet (Tunisia – 2002), Cartaghena (Spagna – 2003), Rende (Italia – 2004), S. Stefano di Camastra (Italia – 2005), Trani (Italia – 2006), Roma (Italia – 2007 e 2008), Verona (Italia 2009) e Roma (Italia 2010, 2011 e 2012) ed ha visto protagonisti numerosi personaggi di indubbia fama, anche internazionale.
Esso idealmente rappresenta un “Ponte di Cultura” tra i popoli che si affacciano sul “Mediterraneo”, che, vorremmo evidenziare, rappresentava, all’epoca della civiltà Cartaginese, il solo “mondo noto e conosciuto”.
La particolarità, quindi, di essere acclamati, al momento della consegna del premio Cartagine, quali personaggi “Noti nel Mondo del Mediterraneo” equivale ad essere acclamati, ai tempi moderni, quali personaggi meritevoli di essere conosciuti a livello universale, non solo per i meriti professionali o artistici acquisiti, ma anche per l’attività svolta a sostegno della cultura della pace e della solidarietà.
Il Premio Cartagine non vanta “antiche” tradizioni, ma nasce nell’anno 2001, che rappresenta il Primo anno del “Terzo Millennio”. Il numero delle Sue Edizioni, quindi, scandirà lo scorrere degli anni di questo Nuovo Millennio, che nella nostra speranza dovrà rappresentare il millennio dell’integrazione tra i popoli e dello sviluppo globale della pace, della scienza e della solidarietà.
Il Castello della RANCIA a Tolentino rappresenta il bellissimo luogo dell’avvenimento, incastonato nella suggestiva cornice dei Monti Azzurri di Leopardiana memoria, dove gli illustri e meritevoli personaggi distintisi nel mondo artistico, culturale, scientifico ed in discipline diverse, unitamente alle maggiori Autorità Regionali, assisteranno all’evento delle consegna dei premi conferiti.
Alla Cerimonia farà seguito una Cena di Gala in onore dei Premiati, alle ore 20,00 circa sempre presso il Castello della Rancia.

Nel formularLe le nostre più vive congratulazioni ed in attesa di incontrarLa alla Cerimonia di Conferimento del Premio, Le esterniamo i nostri più sentiti ringraziamenti e cordiali saluti”.

Roma, lì 05 marzo 2015.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here