Via Cavour, Forza Italia Fano: “solito pasticcio PD”

0
636

Solita confusione a marchio PD…tant’è che per la riqualificazione del centro non si riescono a mettere d’accordo nemmeno tra segretario del partito e capogruppo in consiglio comunale.
Sicuramente un centro storico pedonalizzato è simbolo di una città a vocazione turistica e sarebbe ben accetto da tanti cittadini… il problema è che Fano non lo è!!
Prima di pedonalizzare via Cavour, come altre vie, c’è la necessità di far aumentare le presenze in centro, organizzando attività ed eventi poiché se si procedesse alla sola pedonalizzazione ora, l’unico risultato che si otterrebbe sarebbe la chiusura dei pochi negozi che sono riusciti a tenere testa alla crisi.
Su via Cavour si vogliono prendere decisioni che potrebbero danneggiare molto chi da anni in quella zona ha creato un attività e con cui il nostro attuale sindaco in campagna elettorale per il ballottaggio si era impegnato dicendo che non l’avrebbe chiusa, ma si sa, in campagna elettorale ne ha dette tante di cose e questa non è l’amministrazione Seri, è l’amministrazione PD, quindi le parole e le promesse del Sindaco hanno valore fino a un certo punto.
Sulla proposta di pedonalizzazione di via Cavour c’è da considerare che molto del traffico è dovuto al transito di tanti veicoli dei residenti del centro che soffrono della scarsa presenza di parcheggi o meglio della inesistente regolamentazione di rilascio permessi, tanto che ci sono quasi più auto che residenti.
Per noi di FI il giusto connubio per mettere d’accordo tutti potrebbe essere si riqualificare la via, con una nuova illuminazione ed elementi di arredo urbano, e prima di pensare a chiuderla iniziare a regolamentare il traffico per quanto riguarda i residenti, con il rilascio di un permesso per nucleo famigliare, mettendo all’entrata della via anche telecamere che male non farebbero per la sicurezza cittadina e creare nuovi parcheggi all’ex-Agip, perché al centro storico non serve un parco in mezzo a due tra le strade più trafficate di Fano, ma dei posti auto che ora mancano e sono necessari se si vuole far ripartire l’economia delle attività del centro.
Infine invece di pensare a fare lavori un po’ qua è un po’ là ricordiamo a Fanesi che prima bisogna continuare i lavori iniziati, come ad esempio via Garibaldi dove solo un terzo di via è stata riqualificata lasciando all’abbandono il resto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here