Truffe, più collaborazione tra Prefettura, Abi-Marche e forze dell’ordine

0
963

PESARO – Ancora più dialogo e collaborazione tra Prefettura, banche e Forze dell’Ordine per prevenire il fenomeno delle truffe nella provincia di Pesaro e Urbino, in particolare quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti sul territorio hanno una scarsa educazione finanziaria.
Con questo obiettivo, secondo quanto previsto dal protocollo sottoscritto nelle scorse settimane dal Ministero dell’Interno e ABI , si è costituito nella mattinata odierna presso questa Prefettura uno specifico Comitato di Coordinamento di cui fanno parte il Prefetto Dr. Luigi Pizzi, il rappresentante della Commissione regionale ABI ed i responsabili provinciali delle Forze di Polizia.

La prima riunione del neocostituito Comitato, presieduto e coordinato dal Prefetto Luigi Pizzi, si è svolta in un clima di grande disponibilità e di impegno a collaborare per mettere a punto una serie di iniziative di grande rilevanza sociale per il territorio della Provincia di Pesaro e Urbino.
Ai lavori hanno partecipato il Dr. Arnaldo Sabbatini, Segretario della Commissione regionale Abi ed i vertici provinciali delle Forze di Polizia.
Le attività del Comitato, che saranno di carattere sia formativo che informativo, riguarderanno, in particolare: precauzioni specifiche da adottare quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello; suggerimenti e piccoli accorgimenti per usare in tutta sicurezza internet mobile banking e sportelli automatici, numeri utili e comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di pagamento ecc.
Nella riunione si è concordato in particolare di procedere, in occasione di futuri incontri, all’allargamento della composizione del Comitato stesso a rappresentanti di Poste Italiane SpA e dell’Ufficio Scolastico Provinciale, delle Associazioni dei consumatori ed eventualmente di un rappresentante delle Associazione imprese assicuratrici.
Nella stessa riunione sono state tracciate le linee guida di azione del Comitato , rappresentate dalla creazione di un sito internet, da allocare presumibilmente sul sito della Prefettura nel quale far confluire tutti i consigli utili a i fini della prevenzione delle truffe o di altri reati in danno soprattutto dei soggetti a bassa educazione finanziaria, la realizzazione di un “vademecum” contenente i medesimi consigli pratici da diffondere attraverso le Associazioni dei consumatori ed i Comuni , ed infine la programmazione di incontri che saranno tenuti, come peraltro già avviene in vari centri della provincia, da rappresentanti delle Forze di Polizia, dell’Abi e della stessa Prefettura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here