Travolte da un’auto impazzita fuori da una discoteca: muoiono insegnate (Tavernelle) e parrucchiera (Saltara) – VIDEO

0
5465

FANO – Due donne sono state investite e uccise nella notte sulla strada provinciale 360 “Arceviese”, a Senigallia. Si tratta di due donne di Pesaro, Elisa Rondina 43 anni, faceva l’insegnante in una scuola elementare a Tavernelle di Serrungarina e Sonia Farris di 34 anni, parrucchiera a Saltara di Colli al Metauro. Entrambe erano appena uscite dalla discoteca “Megà”. Camminavano a bordo strada quando sono state travolte da un’auto condotta da un uomo del posto, risultato positivo all’alcoltest, che è stato arrestato dalla polizia stradale di Ancona intervenuta sul posto assieme al 118.

Il fatto è avvenuto tra le 4 e le 5, tra Bettolelle e Casine di Ostra: le due donne stavano probabilmente raggiungendo la loro automobile, quando sono state travolte dal mezzo in transito e sono state sbalzate a qualche metro di distanza. Sarebbe stato lo stesso investitore a chiamare i soccorsi, risultati però inutili: i corpi sono stati recuperati su un campo ai margini della strada. Sul luogo i vigili del fuoco, il 118 e la polizia stradale.

CHI E’ L’INVESTITORE – E’ un autotrasportatore 47enne di Senigallia, Massimo Renelli, risultato poi positivo all’alcoltest con un tasso di quasi quattro volte superiore al limite consentito dalla legge l’uomo che la scorsa notte tra le 4 e le 5 ha travolto e ucciso due donne all’uscita di una discoteca nel territorio di Senigallia. Gli accertamenti sono condotti dalla polizia stradale, che sta sentendo l’uomo per ulteriori accertamenti. Il 47enne sarebbe stato tra i primi soccorritori e sarebbe apparso subito poco lucido.

UN RESIDENTE – “Questa è la strada della morte, già altre volte sono state investite delle persone. Il guardrail è stato posizionato troppo vicino alla strada. A mezzanotte i pedoni erano tantissimi, mai visti così tanti. Mi ero detto: speriamo che non succeda niente”. Lo ha detto all’ANSA un residente nei pressi della Sp Arceviese, dove sono state travolte e uccise da un’auto condotta da un 47enne con tasso alcolemico 4 volte superiore al consentito. Al momento non vi sarebbero testimonianze di quanto accaduto, oltre alla versione del conducente 47enne dell’auto che si è fermato a chiamare i soccorsi e a prestare aiuto. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire se avesse, oltre all’alcol, assunto altre sostanze alteranti.

IL SINDACO DI COLLI AL METAURO – Le due donne erano molto conosciute anche per via del lavoro che svolgevano. Il sindaco di Colli al Metauro, Stefano Aguzzi ha espresso il suo cordoglio con un messaggio: Sono molto toccato e rattristrato dalla tragedia avvenuta questa notte. Sono vicino alle famiglie e agli amici delle due ragazze decedute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here