Strada Statale Della Contessa e Flaminia: Confcommercio Fano informa sui cantieri

0
71

FANO – Confcommercio Fano con la presidente Barbata Marcolini si è interessata in questi giorni con Anas per capire lo stato di alcuni importanti cantieri, come quelli che interessano la Strada Statale Della Contessa e la Flaminia nel tratto del territorio comunale di Cantiano. Come sempre, e in questo periodo in particolare, è massima l’attenzione di Confcommercio su questioni importanti come quella dei collegamenti tra entroterra e costa fondamentali per lo sviluppo turistico ed economico.

Anas ha comunicato la conclusione dei lavori di straordinaria manutenzione e miglioramento sismico sul viadotto di Pontedazzo.

A partire da mercoledì 8 agosto il viadotto di Pontedazzo è stato riaperto in entrambi i sensi di marcia.

Riaperti inoltre gli svincoli della zona industriale: quello in ingresso sulla SS 3 Flaminia in direzione Fano e quello in uscita su Cantiano sulla direttrice per Gubbio.

Rimarrà chiuso lo svincolo della zona industriale direzione Gubbio-Roma, in quanto la SS 3 Flaminia continuerà a rimanere a senso unico alternato, con impianto semaforico di breve durata, per i lavori sul viadotto Colnovello.

Il cantiere contiguo alla galleria del Furlo, lato mare, è stato completato con conseguente riapertura a tutta sezione della galleria stessa in entrambe le canne.

Permane il breve tratto relativo allo scambio di carreggiata in direzione mare all’altezza dello svincolo di Acqualagna est.

Anas ha infine precisato che i lavori di rifacimento del viadotto lungo la Strada Statale Della Contessa, che Confcommercio ha seguito sin dal primo momento, in territorio umbro, procedono in linea con i tempi programmati.

“Ringraziamo Anas – spiega la presidente Marcolini – per la proficua collaborazione che ha sempre dimostrato in tutti questi anni e le delucidazioni che ci ha fornito sui vari cantieri. Alcuni lavori completati sono sicuramente importanti al fine di agevolare la percorribilità in questo periodo di rilevanti spostamenti tra l’Umbria, Fano e la nostra costa più in generale, di cui indubbiamente potranno beneficiare tutte le imprese ed attività del settore turistico. Continueremo come sempre fatto a seguire costantemente l’evolversi dei cantieri, perché le infrastrutture sono determinati per lo sviluppo economico”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here