Spazio Conad dona 1400 euro alla protezione civile: oggi la consegna dell’assegno

0
66

FANO – Un contributo di 1400euro come segno di riconoscenza per il lavoro svolto durante l’emergenza e 6 biciclette, di cui 2 per i colleghi di Marotta, da utilizzare per il controllo spiagge durante la fase 2. 

Giornata di donazioni questa mattina al Codma dove 2 aziende fanesi hanno voluto dimostrare la loro gratitudine alla Protezione Civile, impegnata in questi mesi e ancora in prima linea al fianco di amministrazione e forze dell’ordine.

Nello specifico l’ipermercato, rappresentato dal direttore Massimo Marchionni, che fin da subito aveva manifestato la propria volontà di collaborare fattivamente per fronteggiare l’emergenza, ha donato a Saverio Olivi e allo staff dell C.B. Club Mattei la somma di 1.400,00 euro a fronte delle circa 200 spese effettuate dai volontari fanesi per conto di anziani e/o positivi effettuate da marzo a maggio nell’ipermercato di Bellocchi. 

Parte del contributo è stato già utilizzato dalla Protezione Civile per l’acquisto di un defibrillatore.

“Queste donazioni – affermano il sindaco, Massimo Seri e il vicesindaco e assessore alla Protezione Civile, Cristian Fanesi – dimostrano ancora una volta la bontà dei fanesi, una grande comunità in grado di stringersi nei momenti di difficoltà e capace di riconoscere gli sforzi fatti da uomini e donne che sono in prima linea per aiutare il prossimo. 

Ad associarsi ai ringraziamenti è ovviamente anche Saverio Olivi, presidente del C.B. Club Mattei che nell’occasione ricorda quelli che sono stati i “numeri” della Protezione Civile fanesi durante questi mesi di Covid19: “Dal 22 febbraio – afferma -, giorno in cui è stato convocato per la prima volta il Coc (centro operativo comunale), abbiamo monitorato h24 la situazione insieme all’amministrazione e alle forze dell’ordine. In totale sono stati 41 i volontari impegnati per oltre 7.000 ore in questa emergenza, volontari che continuano anche oggi a prestare servizio nonostante la situazione stia via via migliorando. Se da un lato sono diminuiti infatti i servizi di commissione spesa o medicine, dall’altro è aumentato l’affiancamento alle forze dell’ordine nelle azioni anti assembramento durante la fase 2 ed è aumentato il lavoro nell’allestimento dell’area tamponi per guariti al Codma dove ogni giorno decine di persone (senza scendere dall’auto) si recano per effettuare il test. Tra mascherine, voucher, spesa, medicinali, Pc e Tablet a ragazzi disabili e studenti, pasti pronti, colombe e uova Pasquali, sono state oltre 25.000 le consegne effettuate”.

Alla mattinata odierna ha preso parte anche il sindaco di Mondolfo, Nicola Barbieri e il presidente della Protezione Civile Faà di Bruno, Enrico Vitali.

Rispondi