Silvia Romano rompe il silenzio e scrive su Facebook: “Non arrabbiatevi, il peggio è passato”

1
163

FANO – Silvia Romano, la 24enne milanese liberata in Somalia dopo 18 mesi di prigionia, oggi ha scritto un lungo post sul suo profilo Facebook (che è visibile soltanto ai suoi contatti).  Il pensiero di Silvia è rivolto “a tutti gli amici e le amiche” che le sono stati vicini. “Vi chiedo di non arrabbiarvi per difendermi – ha scritto – il peggio per me è passato, godiamoci questo momento insieme”. E ancora: “Sono felice perché ho ritrovato i miei cari ancora in piedi, grazie a Dio, nonostante il loro grande dolore. Perché ho ritrovato voi, tutti pronti ad abbracciarmi. Io ho sempre seguito il cuore e quello non tradirà mai”. Silvia, che si è firmata con il suo nome di nascita, e non con Aisha, ha ringraziato anche “chi non era un amico, ma un conoscente o uno sconosciuto” e le ha dedicato un pensiero. “Non vedevo l’ora di scendere da quell’aereo – si legge nel post – perché per me contava solo riabbracciare le persone più importanti della mia vita, sentire il loro calore e dirgli quanto le amassi, nonostante il mio vestito”.

1 COMMENT

Rispondi