Scuole superiori: la Provincia invia al Miur l’elenco di interventi da finanziare con i 5,3 milioni assegnati

0
1

PESARO – La Provincia di Pesaro e Urbino ha inviato al Ministero dell’Istruzione
l’elenco degli interventi da finanziare con le risorse messe a disposizione dalla legge di
bilancio 2020 per la manutenzione straordinaria e l’efficientamento energetico delle
scuole superiori. Il totale delle risorse che verranno assegnate è 855 milioni di euro, alla
Provincia di Pesaro e Urbino spettano 5 milioni e 369mila euro, sulla base di una tabella
di riparto nazionale che tiene conto del numero di alunni e di edifici.

“L’Unione delle Province italiane è riuscita ad ottenere risorse significative a favore delle
scuole, che erano state fortemente penalizzate dalle precedenti programmazioni triennali e
dai tagli ai bilanci delle Province e delle Città metropolitane”, evidenzia il presidente della
Provincia Giuseppe Paolini, che è anche componente della Commissione “Istruzione ed
edilizia scolastica” dell’Upi. “Nei prossimi mesi – aggiunge – è prevista l’assegnazione di
ulteriori risorse per le scuole superiori, il Miur adotterà un nuovo decreto per il riparto e
sarà possibile dar corso ad altri interventi sugli istituti del nostro territorio”.

Come spiega il dirigente del Servizio edilizia scolastica Maurizio Bartoli, la Provincia ha
candidato a finanziamento il risanamento conservativo con messa in sicurezza di una
porzione del secondo piano dell’istituto “Olivetti” di Fano (per un importo di 520mila
euro), i lavori di completamento per bonifica amianto, adeguamento sismico e alle vigenti
norme di sicurezza del liceo scientifico “Torelli” di Fano (2 milioni di euro),
l’efficientamento energetico e messa in sicurezza dell’istituto “Battisti” di Fano
(400mila euro), il miglioramento sismico e adeguamento delle norme di sicurezza e
antincendio del liceo artistico “Scuola del libro di Urbino” sede di via Bramante
(380mila euro) e l’adeguamento delle norme di sicurezza e antincendio degli edifici del
Campus di Pesaro sede del liceo “Marconi”, del liceo “Mamiani” e dell’istituto tecnico
“Bramante – Genga” (per un totale di 2 milioni di euro). “Nell’eventualità di una redistribuzione di fondi residui non assegnati – dice Bartoli – abbiamo inserito sull’apposita piattaforma del Ministero dell’Istruzione anche il miglioramento sismico dell’istituto tecnico “Mattei” di Urbino, per un importo di 3 milioni di euro.

Gli interventi su queste scuole rientrano in una strategia globale della Provincia che prevede la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico di tutti gli istituti superiori del territorio. Per alcuni di questi ci sono risorse già stanziate, per altri sono previsti investimenti, nessuna scuola resterà esclusa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here