Sanità, Sinistra Unita: “30mln di tagli nelle Marche in 5 anni, aprire un tavolo di confronto”

3
1160

FANO – “Secondo il Documento di programmazione Economica e finanziaria 2016, il governo italiano ha previsto per i prossimi anni ulteriori tagli ai finanziamenti del Sistema Sanitario Nazionale fino ad arrivare al 2019 con solo il 6,5% del PIL investito in sanità. Per quel che riguarda la Regione Marche negli ultimi 5 anni ci sono stati tagli cumulativi di oltre 30 milioni di euro, pari al 3% della spesa sanitaria regionale. Per noi è troppo poco per poter garantire anche solo un servizio minimo.

Siamo pienamente d’accordo con l’allarme lanciato in questi giorni dalle assemblee sulla sanità provinciale organizzate dei sindacati. E’ necessario che tutti, dagli operatori del settore, ai sindacati fino ad arrivare alle istituzioni locali e regionali aprano un tavolo di confronto su come affrontare i problemi e le difficoltà del nostro sistema sanitario provinciale. Per questo condividiamo e appoggiamo la richiesta del Sindaco di Fano Seri di un incontro fra i sindaci di Area Vasta e i sindacati in modo che si possa iniziare seriamente a discutere delle tante criticità della sanità provinciale, come le liste d’attesa infinite, lo smantellamento di quasi tutti gli ospedali dell’entroterra, la non funzionale e incompleta integrazione fra i tre presidi di Marche Nord (Pesaro, Fano e Muraglia), la localizzazione del sito del nuovo ospedale che non può essere Fosso Sejore, la mancanza di condivisione e trasparenza sui metodi di finanziamento per la realizzazione del nuovo ospedale, la forte mobilità passiva verso le regioni del Nord Italia, solo per citare alcuni dei problemi.

Speriamo vivamente che questa stagione di forte critica, ma anche di tante proposte, sulla riforma sanitaria regionale si possa concludere nel migliore dei modi, perchè la tutela della salute è un diritto fondamentale garantito dalla nostra costituzione e tutti i cittadini, siano di una città o di una comunità montana, hanno egual diritto ad accedere ad un servizio sanitario pubblico e di qualità”.

Sinistra Unita Fano

3 COMMENTS

Rispondi