Sanità, D’Anna: “I sindaci si sentono”presi in giro”? Chi è causa del suo mal pianga se stesso”

0
856

FANO – “I sindaci di Pesaro e Fano si sentono ”presi in giro” sulla sanità e Ospedale Unico?.
Chi è causa del suo mal pianga se stesso! Il problema è che in realtà a piangere sono quanti hanno necessità di usufruire di un ospedale e servizi decenti. Merce rara dall’entroterra alla costa. Non ci piace chi oggi, di fronte ad una rivolta popolare contro le disastrose scelte regionali sulla sanità, dopo aver condiviso e sponsorizzato il percorso dell’assessore Mezzolani, che di fatto ha chiuso gli ospedali dell’entroterra massacrato Pesaro e Fano, vuole “riportare la discussione nei due consigli comunali”. Per fare cosa? Il percorso o per essere più chiari il “bidone” Marche Nord-Ospedale Unico era scritto a chiare lettere sul Piano Socio Sanitario. Ostrogoto per i comuni cittadini ma pane quotidiano per chi amministra. In quel Piano a chiare lettere era ed è scritto che per la nostra provincia è prevista “un’unica struttura (azienda o ospedale non fa differenza) per la copertura del fabbisogno di assistenza e cura a livello minimo per l’Area Vasta (l’intera Provincia di PU)”. E la crisi come spesso vorrebbero farci credere, non c’entra niente. Il progetto risale a tempi in cui c’erano ancora le vacche grasse. Un progetto che vede per le Marche un misero ospedale per provincia e tutte le eccellenze ad Ancona. Così era scritto e così sta accadendo. O si rimette in discussione questa follia o si abbia la dignità di tacere. Tutto il resto è solo un maldestro tentativo di giustificare l’ingiustificabile come nei migliori film di Alberto Sordi”.

Giancarlo D’Anna

Gruppo Misto

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here