Ricci: “E’ nata l’Unione dei Comuni del San Bartolo e del Foglia. Siamo la più grande amministrazione delle Marche”

0
1219

L’Unione dei Comuni “del San Bartolo e del Foglia”, 110 mila abitanti in tutto, è da oggi una realtà. Comprende i Comuni di Pesaro, Gabicce, Gradara e Mombaroccio. Tre gli organi dell’unione: Consiglio, Giunta e presidente. Quattro i servizi che partiranno subito: Polizia municipale, statistica, Suap, e informatica. Molto soddisfattoil sindaco di Pesaro Matteo Ricci, che ha creduto molto in questo progetto. “Oggi – racconta – le giunte dei quattro Comuni hanno votato l’atto costitutivo dell’unione dei Comuni. Una giornata storica, perché mai prima era accaduto un fatto amministrativo di questo genere”. ”Da oggi siamo la prima realtà amministrativa delle Marche. Si tratta di ”una riforma dal basso, nella consapevolezza che in questa crisi economica e sociale ci sia anche una crisi istituzionale con gli enti locali che in questi anni ne hanno subito maggiormente gli effetti. C’è dunque la consapevolezza che dobbiamo essere i protagonisti della riorganizzazione dello
Stato. Gli 8mila Comuni italiani, così come li abbiamo conosciuti fino ad oggi, non reggeranno più. Siamo fronte allo svuotamento e alla fine, nei fatti, degli enti provinciali, ma c’è anche una discussione sugli ambiti regionali”.
Primo obiettivo dell’Unione è mettere gradualmente insieme le strutture e le funzioni amministrative, ma anche la gestioneassociata dei servizi. ”Ci presenteremo sempre insieme in +ambito regionale, avremo più forza e ciò ci consentirà di cogliere delle opportunità nuove”.
L’assemblea sarà costituita da 22 consiglieri, compreso il presidente: 5 per il comune di Gabicce, 4 per quello di Gradara, n 3 per quello di Mombaroccio e 10 per Pesaro. La giunta sarà composta dai 4 sindaci, all’interno di essa sarà eletto un presidente che durerà in carica 2 anni e mezzo. Primi servizi:
polizia municipale, servizi demografici, informatici, Suap.
Entro un mese i consigli saranno chiamati a nominare i
rappresentanti all’interno del consiglio dell’unione”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here