PSI Fano: “Fondazione Teatro organizzata in modo diverso”

0
1021

FANO – “Nella nostra città si è da tempo aperto un dibattito sulle funzioni della Fondazione per la gestione del Teatro della Fortuna e dell’ intera sua attività. Le ragioni che hanno condotto, dieci anni fa a promuovere e creare uno strumento gestionale specifico, dotato di relativa autonomia e capacità produttiva, non soggetto ai limiti operativi di un Comune che ha ben altri scopi e funzionalità rispetto a quelli di una Fondazione di diritto privato con funzioni pubbliche, restano tuttora pienamente valide.

Al di là di una revisione dello Statuto della Fondazione Teatro, che ha subìto diverse variazioni nel tempo e che nella sua ultima versione evidenzia la necessità di qualche modifica, i Socialisti di Fano sottolineano che non è più rinviabile l’applicazione dell’ organigramma previsto dallo Statuto vigente. Si deve mantenere la necessaria autonomia fra Consiglio (con Presidenza, Vicepresidenza e opportune deleghe ai consiglieri) e gli organi tecnico/artistici ai vari livelli (sovrintendente, direttore artistico, direzioni musicali, collaboratori tecnici e amministrativi). Ciò deve essere fatto naturalmente con la indispensabile parsimonia di oneri per un teatro delle nostre caratteristiche e dimensioni, ma è necessario rifarsi ad esperienze nazionali di gestione senza che ci siano sovrapposizioni fra ruoli politico/istituzionali e tecnico/artistico.

C’è un aspetto programmatico nello Statuto su cui bisogna agire più decisamente, con impegno e continuità: la definizione di “un progetto artistico integrato di produzione ed ospitalità”, poiché se non si individua un progetto unitario, identitario e internazionale in sinergia con altri “attori” protagonisti della realtà fanese, c’è il rischio di vedere vanificato tutti gli sforzi profusi dal Consiglio d’Amministrazione della F.T.

Quindi i Socialisti propongono di concentrare/concertare il prima possibile le risorse su iniziative interattive superando l’ attuale settorialità delle proposte, mirando alla nostra identità culturale e tenendo presente che fano è località turistica e che abbisogna di opportuni spunti e concertazioni con gli operatori del settore con la realizzazione di un calendario pluriennale, di spettacoli con linguaggi internazionali (sotto questo aspetto i Socialisti vedono molto importante la individuazione di una produzione internazionale anche in sinergia con il Carnevale che coinvolga le città gemellate) e di promozioni estere sul fronte delle borse e delle manifestazioni turistiche)”.

Mirco Pagnetti – Segretario PSI di Fano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here