Prima biennale delle Memorie: vince l’Istituto Olivetti

3
1545

FANO – Ancora un successo per gli studenti della classe 4C che hanno avuto l’onore ed il piacere di un grande riconoscimento da parte dell’Associazione “italiadecide” e dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani. Gli elaborati grafici realizzati dagli allievi Eleonora Piersanti, Gabriella Salvatori e Michele Rutigliano hanno ottenuto il premio della giuria costituita da alte personalità del mondo della cultura; ritireranno il prezioso riconoscimento il prossimo 8 maggio durante la cerimonia ufficiale dell’evento. Gli studenti, inoltre, accompagnati dalla prof.ssa Paola Barbarancia, saranno ospiti dell’associazione per tutta la durata della manifestazione e parteciperanno alla grande iniziativa culturale.

Il tema di fondo del concorso è quello degli anniversari: dalla nascita di Aldo Moro (1916) alla nascita della Repubblica (1946), da Dante (prima data certa quella del battesimo, 1266) a Mozart (nato del 1756), dal matematico e astronomo Lagrange (nato nel 1736) a Freud (nato nel 1856), da Cervantes a Shakespeare (morti entrambi nell’aprile 1616).
Gli studenti della 4C, coordinati dalle prof.sse Nicoletta Spendolini e Giovanna Paleani, hanno scelto di rappresentare due personaggi di grande valore politico e culturale : Aldo Moro e Freud. Il manifesto che celebra Aldo Moro è caratterizzato dallo slogan: “la voce della memoria ci dice mai più” promuovendo così la riflessione sull’opera e sul pensiero del grande statista ucciso dalle Brigate Rosse; il manifesto dedicato a Freud si avvale dello slogan: “ deriva dalla realtà” esaltando l’idea del filosofo dell’IO come mediatore fra le dinamiche pulsionali interne e il mondo esterno.

Si riporta, di seguito, il giudizio della giuria:
“All’esito delle sue valutazioni, la Giuria ha ritenuto di riconoscere il 1° premio alla classe 4^ C – IIS Polo 3 – Istituto Olivetti – Fano (PU) che ha saputo con il manifesto su Moro connettere insieme, in un contesto sobrio e particolarmente efficace, la memoria dell’anniversario, il ricordo dell’assassinio e l’eco dei mezzi di comunicazione che accompagnò la tragedia. Il manifesto dedicato a Freud sintetizza efficacemente il rapporto tra conscio e inconscio ed appare frutto di una seria comprensione dell’opera del fondatore della psicanalisi.”

Dal 4 all’8 maggio si svolgerà tra Bari, Matera, Martina Franca, Palagianello, la Prima Biennale delle Memorie, dopo il successo ottenuto dall’Anteprima che si è tenuta a Matera e a Martina Franca nel settembre 2015, con circa 3.000 presenze. La Biennale delle Memorie si presenta come l’unica grande iniziativa culturale a sud di Roma sui temi della identità e della memoria. Parteciperanno 52 personalità del mondo della scienza, della medicina, della letteratura, della musica, del diritto, della psicanalisi, delle scienze agrarie e dell’alimentazione.
L’iniziativa promossa e curata d si svolgerà con cadenza biennale nella città di Martina e di Matera, secondo un asse culturale che lega territori, seppur diversi, accomunati da una medesima antropologia, dalla civiltà della pietra, da strategie amministrative incentrate sulla bellezza e la valorizzazione delle risorse e dei beni culturali.
Il Dirigente Scolastico, Anna Gennari, si complimenta con gli studenti e i docenti per l’alto risultato ottenuto che conferma l’impegno profuso e l’eccellente professionalità raggiunta.

Fonte: adrianoolivetti.it

3 COMMENTS

Rispondi