Polizia di Stato: operazione stazioni sicure un arrestato, una denuncia, quattro “daspo urbani”

0
574

ANCONA – Periodicamente, su disposizione del Dipartimento di P.S., la Polizia Ferroviaria su scala nazionale, intensifica sensibilmente la diuturna attività di prevenzione e vigilanza nelle stazioni ferroviarie. Nella giornata di giovedì 21 febbraio u.s., ad esempio, il Compartimento Polfer per le Marche, L’Umbria e L’Abruzzo con sede ad Ancona, ha impiegato circa 82 operatori sia in divisa che in abiti civili, i quali hanno effettuato numerosi controlli nei confronti di persone, bagagli e stazioni prive del presidio fisso di polizia ferroviaria, in alcuni casi servendosi del contributo di unità cinofile e metal detector per il rilevamento di eventuali minacce esplosive. L’attività predetta, nei numeri, ha registrato l’identificazione di 255 persone e il controllo di circa 100 bagagli e 34 scali ferroviari. In particolare, nella provincia di Ancona sono state identificate 106 persone, 34 bagagli e 6 stazioni controllate. Inoltre, nel corso di un servizio di scorta a bordo del treno reg. 11528 (Ancona – Piacenza), poco prima della stazione di Pesaro, operatori del Posto Polfer di Falconara hanno tratto in arresto C.L. un cittadino Albanese di 32 anni, risultato destinatario di un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura della Repubblica di Venezia, per reati commessi in materia di armi. Lo stesso, dovendo espiare sei mesi di reclusione, è stato associato presso il carcere di Pesaro. Sempre nella stazione di Falconara nel corso delle ultime settimane, l’attività preventiva ha prodotto l’esecuzione di quattro provvedimenti di “daspo urbano” nei confronti di persone che, con il loro comportamento, pregiudicavano la libera accessibilità al trasporto ferroviario. Nel pomeriggio di ieri, nella stazione di Ancona, è stato rintracciato un minore arbitrariamente allontanatosi da una struttura di accoglienza. Lo stesso dopo le formalità di rito è stato ricondotto presso la struttura. Nella provincia di Perugia sono state identificate 31 persone, 14 bagagli e 8 stazioni controllate. Nella stazione di Foligno un viaggiatore è stato denunciato per minaccia, oltraggio e porto abusivo di strumenti atti ad offendere. Lo stesso nonostante privo del prescritto titolo di viaggio, voleva salire a bordo di un treno diretto a Roma. Al diniego del capo treno l’uomo dopo averlo insultato ha tentato di aggredirlo fisicamente senza riuscirvi grazie all’intervento degli operatori della Sezione Polfer. Accompagnato presso gli uffici della Polizia Ferroviaria, il 45enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in possesso di un paio di forbici della lunghezza di 13 cm. Per l’uomo è scattata pertanto la denuncia in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per le ipotesi di reato di oltraggio, minaccia a Pubblico ufficiale e porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere. È stato inoltre proposto alla Questura di Perugia per un allontanamento, con foglio di via obbligatorio,  per anni tre dal Comune di Foligno. Oltre all’aspetto statistico, infine, la maggior presenza di polizia sul territorio, si traduce in maggiore percezione di sicurezza da parte dei viaggiatori e degli addetti ai lavori che giornalmente frequentano le stazioni ferroviarie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here