Ospedale unico, “Se la Regione andrà avanti, andremo avanti anche noi”

7
1927

FANO – “Nonostante che l’incontro pubblico con l’ing. Cicconi a Fano e la marcia dei 500 a Fosso Sejore abbiano evidenziato le criticità del sito e quelle del project financing in edilizia sanitaria, e nonostante il fatto che 500 persone domenica scorsa abbiano chiesto decisioni sanitarie condivise con la comunità, entro il 15 giugno è molto probabile che la Regione dichiarerà di pubblico interesse il progetto di un ospedale localizzato a Fosso Sejore.

La Regione ha infatti affermato in pochissime righe di avere “tutti gli elementi per chiudere il percorso il prima possibile”, senza aggiungere alcuna spiegazione e sopratutto senza rispondere alla domanda che molti ritengono ormai fondamentale: COME VERREBBE PAGATO L’OSPEDALE UNICO?

Noi invece siamo convinti che un progetto così importante vada completamente ripensato a partire dal metodo decisionale, ed è su questo tema che stiamo già organizzando il prossimo incontro pubblico che si terrà a Pesaro nella prima settimana di giugno.

Nel frattempo attendiamo le decisioni della Regione consapevoli che, ancora una volta, saranno queste l’unica fonte da cui apprendere gli altri dettagli del progetto.

Infatti fu il processo di localizzazione del 2011 che ci permise di capire che la scelta era stata affidata solo a 12 sindaci su 60, e sulla base di criteri incomprensibili.

Così come oggi è il progetto depositato in Regione, i cui dettagli trapelano solo dalla stampa, ad evidenziare con i suoi 1500 pali e con il ricorso a tecniche di finanziamento ormai escluse anche dal nuovo codice dei contratti, l’inadeguatezza del sito e l’assenza dei fondi pubblici.

Il nostro impegno per dire “si a scelte sanitarie condivise e no al project financing o a un leasing immobiliare per un nuovo ospedale a Fosso Sejore” prosegue. Chi vuole partecipare o ricevere informazioni può contattarci scrivendo a gruppo.nofossosejore@gmail.com”.

Associazioni Circolo Rosso e Verde, Italia Nostra Pesaro-Fano, La Lupus in Fabula, Legambiente Pesaro, WWF Soci Pesaro

7 COMMENTS

  1. Se Fano si impunta e dice no, l’ospedale unico non si fa. E’ quello l’epicentro della battaglia, perché Fano e la sua vallata sono i luoghi più penalizzato sal progetto di Ceriscioli.

  2. Loro sono Loro e noi nu semo un cazzo! Loro ci mangiano in qualche modo; credete forse che a Loro freghi un cazzo del bene comune, della nostra salute e di tante altre belle parole che riempiono la bocca? l’umanità è allo sfascio, non si fa più nulla se non per biechi interessi; non si sa come ma Loro sono arrivati là e alla massa più o meno onesta, spesso bovina danno quel tanto che basta per non farla incazzare troppo; riescono a non tirare troppo la corda e ci riescono, tanto è vero che Loro sono là e ci rimarranno …

Rispondi