Opere Compensative, stipulato accordo tra comune di Fano, Stato e regione

0
695

FANO – Si è svolta ieri a Roma la conferenza dei servizi in cui hanno partecipato enti come il Ministero, società autostrade, comune di Fano, regione Marche, Anas.. per l’approvazione definitiva della variante alle opere compensative che riguardano la città di Fano. E’ stato l’ultimo passo burocratico per ottenere le variazioni dei tracciati delle opere compensative che sono tuttora in corso di realizzazione nella città. Il comune le ha portate al Ministero con la scopo di aumentare la qualità di vita delle persone migliorando gli innesti tra la viabilità vecchia e nuova. La fase di richieste e di ascolto con tutti i cittadini che hanno chiamato e hanno interpellato il comune è durata due anni. Alcuni, hanno richiesto la modifica del progetto delle opere compensative. L’accordo è molto importante perchè riguarda il comune, la regione e lo Stato, il Ministero, società autostrade. In seguito al decreto di realizzazione del dirigente del ministero delle Infrastrutture e trasporti, società autostrade potrà iniziare i lavori a Tombaccia, a Belgatto e in via E. Mattei.
CRONOPROGRAMMA:
-entro giugno/luglio 2018: apertura del tratto che va dal Codma fino alla statale 3 (via Flaminia)
-entro l’autunno 2018: sollevamento del ponte attualmente esistente vicino all’autostrada che serve come svincolo della statale 73 bis (della superstrada)
-entro la primavera 2019: completamento di tutte le opere compensative
L’approvazione delle variazioni richieste a Roma chiude un iter durato due anni, complesso sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista burocratico. Resta congelato ma verrà realizzato prossimamente, un accordo successivo che riguarda il casello di Fano Nord (del Fenile), che è stato scorporato dalla realizzazione attuale delle opere scompensative.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here