Omicidio Ismaele Lulli, Appello: Pm chiede due ergastoli

0
578

Arriverà il 30 maggio prossimo la sentenza della Corte d’assise d’appello di Ancona sull’omicidio di Ismaele Lulli, 17 anni, di Sant’Angelo in Vado (Pesaro Urbino), sgozzato il 19 luglio 2015 per motivi di gelosia. Oggi in aula erano presenti i due imputati – detenuti – poco più che ventenni, Igli Meta, ritenuto l’autore materiale del delitto e condannato all’ergastolo in primo grado, e Marjo Mema, al quale erano stati inflitti 28 anni e quattro mesi. Il pm Irene Lilliu ha chiesto l’ergastolo per entrambi, contestando le aggravanti della premeditazione e delle sevizie. Sulla stessa linea le parti civili secondo cui il delitto fu premeditato. Una tesi respinta dai difensori. I legali di Mema sostengono l’assenza di complicità nel delitto. L’avv. Carlo Taormina (codifensore di Meta) ha ottenuto di rinviare la sua arringa. Il 30 maggio ci sarà la sentenza. Delusione tra gli amici e parenti della vittima tra cui la madre Debora, presente in aula, che sperava in una decisione in giornata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here