Niente Festa per il Parco, parla l’assessore Carla Cecchetelli

6
2331

FANO – In seguito alle notizie apparse sui media locali il 23 maggio 2016 relative alla Festa del Parco del 2 giugno prossimo, l’Assessore alla Carla Cecchetelli precisa quanto segue: “La Giunta comunale, con delibera n.50 del 18.02 2016, ha concesso ad una Associazione venatoria, tramite bando pubblico ed in via assolutamente temporanea con scadenza 31 agosto 2016, un’area in prossimità del campo di aviazione – ex aliquota aeroporto – da adibire a zona addestramento cani, così come previsto dalla normativa statale e regionale ( Legge 157/92 – L.R. 7/95 – DGR 242/2013 ), su di un territorio che ricade nella gestione programmata della caccia e non accreditato da alcuno studio scientifico di rilevante interesse naturalistico. Con l’istituzione di tale area, si offre ai possessori di cani da caccia, di utilizzare tale area per poter addestrare, allenare o praticare attività di sgambatura quotidiana ai propri animali ed avere la stessa parità di trattamento rispetto ai cani dei non cacciatori. Inoltre, tale area sarà attrezzata anche per la sgambatura dei cani dei non cacciatori.
Tale scelta è stata suffragata anche dal fatto che il soggetto assegnatario dovrà provvedere allo sfalcio dell’erba ed alla corretta manutenzione dell’area, senza onere alcuno per l’Amministrazione comunale, prassi sempre usata in occasione di assegnazione in comodato gratuito di beni comunali. Tutto ciò non pregiudica che in altra parte dell’area – ex aliquota aeroporto – possano essere organizzate attività e manifestazioni di vario genere, compresa la Festa del Parco.
Per quanto riguarda la realizzazione del Parco cittadino, l’Amministrazione comunale, che ha concesso l’area all’associazione venatoria in questione per soli 3 mesi, sta lavorando alacremente per risolvere tutte le problematiche tecnico-amministrative, al fine di rendere tutta l’area di 30 ettari, libera da persone e cose, e quindi nella piena disponibilità dell’Amministrazione comunale.
L’obiettivo finale, infatti, sarà quello di riservare tutti i 30 ettari dell’area – ex aliquota aeroporto, ad una progettazione qualificata di un Parco pubblico a disposizione dell’intera Città”.

6 COMMENTS

  1. … E dopo 16 anni e non so quanti Sindaci, STOP alla Festa… anzi, hanno fatto la festa alla festa!

  2. VERGOGNA A CHI HA DATO IL PARCO E A TUTTI I CACCIATORI CHE NEL 2017 NON DOVREBBERO ESISTERE ,LA CACCIA NON è UNO SPORT MA SOLO INUTILE CRUDELE MASSACRO E DI CIBO NE INGURGITATE ANCHE TROPPO ..

Rispondi