Mura urbiche di Cartoceto, importante contributo per progettazione esecutiva

0
0

CARTOCETO – Una buona nuova per il Comune di Cartoceto che si vede riconosciuti ben 87.500 euro per rendere esecutivi i tre progetti definitivi relativi agli interventi di messa in sicurezza, consolidamento e restauro conservativo della cinta muraria crollata con l’alluvione del 2012 e 2013.

I fondi permetteranno all’amministrazione di affidare gli incarichi per la trasformazione dei tre progetti definitivi, da tempo redatti e pronti, in esecutivi.«Si tratta di un riconoscimento importante – evidenzia il Sindaco di Cartoceto Enrico Rossi – che arriva a coronamento di un lungo percorso che l’Amministrazione ha portato avanti con determinazione. Su 85 milioni di euro stanziati dalla Legge di bilancio dello Stato, per un totale di 9.789 richieste utili in graduatoria, di cui finanziate soltanto 970 in tutta Italia, – continua Rossi – tre istanze fanno capo al Comune di Cartoceto. Questo risultato è ancor più importante perché, una volta redatti i progetti esecutivi, ci darà la possibilità di acquisire maggior punteggio per avanzare in graduatoria nei diversi bandi ai quali abbiamo partecipato per reperire i fondi necessari alla realizzazione dei lavori».

Lavori questi che ammontano a 1.581.000 euro così ripartiti: 810mila euro per il terzo stralcio delle mura lungo via Cavour, 430mila euro per il bastione pentagonale lungo via delle Mura, 341mila euro per il completamento del consolidamento e della ricostruzione della cinta muraria di Piazzale Marconi.

La questione relativa alla ricostruzione delle mura urbiche del borgo antico di Cartoceto, è stata centrale nell’operato dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Enrico Rossi a partire dal 2014. È doveroso ricordare nell’excursus della vicenda, il ricorso al Tar, relativo alla gara di appalto esperita dalla Provincia di Pesaro Urbino. Fatto questo che bloccò i fondi stanziati dalla Regione, che obbligò il Sindaco Enrico Rossi alla clamorosa protesta per accelerare la pronuncia del tribunale sulla vicenda e che culminò, nel 2014/2015 con l’impiego dei primi 650mila euro per la ricostruzione del primo stralcio delle mura lungo via Cavour.

A seguire, stanziati questa volta da bilancio comunale, altri 178 mila euro che furono impiegati per i lavori di ricostruzione parziale di Piazza Marconi. Poi tra il 2016 e il 2017, con due impegni da bilancio comunale rispettivamente di 182mila euro e 151 mila euro, si è proceduto ai lavori di riqualificazione e di realizzazione ex novo delle reti tecnologiche di via Guerrazzi e di Piazza Marconi, nonché alla messa in sicurezza, consolidamento e restauro della Piazza stessa. E ancora, la seconda tranche di consolidamento e restauro conservativo della cinta muraria di via Cavour e Piazza Garibaldi per altri 550 mila euro.

 

Rispondi