Meteo: ondata di freddo imminente, arriva la neve. Fiocchi dalla Romagna alla Puglia

Meteo: ondata di freddo imminente, arriva la neve. Fiocchi dalla Romagna alla Puglia

METEO – Avviso di condizioni meteo avverse nelle Marche fino al 4 gennaio per neve fino al livello del mare, vento forte, mare molto mosso e pericolo di “diffuse gelate” nelle ore notturne. Lo ha diramato la Protezione civile regionale. Fino al 3 gennaio vi saranno “cumulate di neve sotto i 300 mt fino ai cinque centimetri, soprattutto sui settori centro-meridionali”. Per il 4 gennaio invece “le nevicate saranno diffuse su tutta la regione con cumulate attorno ai 10 cm sotto i 300 mt e attorno ai 15-20 cm sopra quella quota i 300 mt”. Tali Fenomeni che si esauriranno nel pomeriggio di venerdì. Nella notte tra il 2 e il 3 gennaio le raffiche di vento “lungo la fascia costiera e sui settori montani meridionali raggiungeranno intensità di burrasca”. L’intensità sarà in graduale attenuazione la mattina de 3 gennaio con “residue raffiche sui settori costieri meridionali”. “Mare molto mosso e a tratti agitato” nella notte tra il 2 e il 3 gennaio”

Ondata di freddo intenso e neve caratterizzerà i prossimi giorni. L’Italia sta per sperimentare una vera fase invernale sebbene solo alcune regioni vedranno precipitazioni: dal Nord Europa è infatti in arrivo una irruzione di aria gelida di diretta estrazione artica, che dopo aver dilagato sul Centro-Est Europa punterà anche l’Italia. A dirlo e’ il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “proprio su Alpi orientali e dorsale (specie adriatica) avremo almeno due giornate di ghiaccio con massime sottozero o prossime ad esso e valori fino a -12 gradi a 1500 metri, -8/-10 gradi a 1000 metri. Gelate diffuse anche sulle pianure del Centronord, dove le massime potranno non superare i 6-8 gradi anche nelle aree soleggiate (salvo punte superiori su Liguria e Isole Maggiori): sulle coste adriatiche non si andrà oltre i 3-5 gradi” “Il tracollo termico favorirà rovesci di neve fin sulle coste di Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, inizialmente a quote collinari tra Basilicata e Puglia ma anche qui fino in pianura entro la notte di giovedì 3 gennaio” prosegue Ferrara.

La neve raggiungerà anche le pianure del Salento entro la mattina di venerdì 4 gennaio. Sempre entro venerdì 4 gennaio rovesci di neve fino in collina interesseranno la Calabria, segnatamente il comparto nord orientale, con fiocchi non esclusi a tratti in pianura sul crotonese; neve a quote collinari anche sulla Sicilia tirrenica con fiocchi misti a pioggia possibili sulla costa durante i fenomeni più intensi”.

L’intenso flusso di correnti proveniente dal nord Europa continua a interessare l’Italia determinando il persistere di forti venti e nevicate sul centro-sud. Il Dipartimento della Protezione Civile ha quindi emesso un nuovo avviso di condizioni meteo avverse che prevede, dal tardo pomeriggio di oggi, venti forti con raffiche di burrasca sulla Campania e precipitazioni di carattere nevoso generalmente a quote superiori a 300-500 metri sulla Campania e fino al livello del mare sulle Marche. Dalle prime ore di giovedì, l’avviso prevede nevicate su Sicilia settentrionale e Calabria meridionale, con quota neve in progressivo calo fino a 200-400 metri con locali possibili sconfinamenti fino al livello del mare e apporti al suolo “da deboli a moderati”, localmente “abbondanti” alle quote collinari e montane. Per domani, giovedì 3 gennaio, allerta gialla su Abruzzo, su gran parte del Molise e sui versanti ionici e tirrenici della Sicilia, comprese le isole Eolie.

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com