Maltempo, violenti temporali nelle Marche: ancora danni e strade allagate – FOTO e VIDEO

Maltempo, violenti temporali nelle Marche: ancora danni e strade allagate – FOTO e VIDEO
Tempo di lettura: 3 minuti
  1. MARCHE – Forti temporali continuano a colpire le Marche, dopo la la bomba d’acqua di ieri accompagnata da grandine e forti raffiche di vento che hanno superato i 100 Km/h, determinando allagamenti e danni.
    Anche questa mattina diverse strade si sono allagate nella città della fortuna. Decine le chiamate ai vigili del fuoco per rimuovere piante e rami caduti.
    In queste ore un nuovo impulso di aria fresca da nord sta determinando una ripresa dell’instabilità associata a rovesci anche a sfondo temporalesco che interessano le Marche centro-settentrionali.
    Durante la giornata gran parte del territorio sarà interessato da precipitazioni a tratti moderate in un contesto termico che vedrà un sensibile calo delle temperature ad opera sia delle piogge sia delle correnti settentrionali decisamente più fresche. (Fonte Geometeo.it)

ANCONA, 10 LUG – Allerta “gialla” fino alle ore 24.00 odierne. È quanto prevede il bollettino di allertamento meteo della Protezione civile regionale che sta monitorando la situazione nelle Marche. L’evoluzione metereologica richiede un costante attenzione per seguire l’andamento dei fenomeni temporaleschi, anche a carattere intenso, come quello registrato ieri, in mare, a 30 chilometri dalla costa, con gravi danni sul litorale. Non si registrano criticità idrogeologiche e problemi al reticolo idrografico. Al momento risultano ancora disattivate 250 utenze, che dovrebbero venire ripristinate in mattinata. Sono pervenute oltre 500 richieste di interventi ai Vigili del Fuoco, 300 ancora da ultimare. Nel Maceratese, tra Recanati e Porto Recanati, è stato necessario l’intervento del 118 per soccorrere una persona colpita dalla caduta di un albero. Nel primo pomeriggio il presidente della Regione Marche Ceriscioli effettuerà un sopralluogo lungo la costa del Conero. Risultano aperti vari Centri operativi comunali (Coc), in particolare a Loreto, Numana e Sirolo, con numerosi gruppi di volontariato della protezione civile impegnati a smaltire gli interventi richiesti, per lo più determinati dalla caduta di alberi e allagamenti.

“Siamo stati colpiti parzialmente dalla tromba d’aria, ma siamo in grado di assicurare sicurezza ai cittadini e funzionamento di tutti i servizi ai turisti”. Lo afferma il sindaco di Numana (Ancona) Gianluigi Tombolini, facendo un appello a chi ha deciso di trascorrere le vacanze sulla costa marchigiana. “I danni – aggiunge il sindaco – sono sicuramente ingenti, l’evento è stato rapido e devastante, ma abbiamo ripristinato tutti i servizi, l’illuminazione pubblica è funzionante, così come tutte le strutture ricettive: gli alberghi sono pronti ad accogliere i turisti”.

Allagato un tratto di Via Luigi Einaudi, a Bellocchi di Fano.

Via E.Fermi a Sant’Orso di Fano

 

Albero caduto in via della Paleotta a Fano

 

Piante cadute a Fano2

Questo peggioramento che rappresenta un primo break della stagione estiva, lascerà spazio ancora a nuovi momenti d’instabilità nel corso dei prossimi giorni. In particolare salvo un temporaneo miglioramento previsto tra la serata odierna e la giornata di domani, a partire da venerdì e ancor più nel fine settimana, nuovi impulsi freschi ed instabili da nord-est interesseranno le Marche, favorendo rovesci diffusi e valori termici che si manterranno di qualche grado inferiori alla media.
(Fonte Geometeo.it)

 

Ancora chiuso e presidiato dalla protezione civile il guado provvisorio tra il Lido e la spiaggia dell’Arzilla.

 

Foto Reporter di Strada Fano TV: riproduzione riservata

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Open chat