Listeriosi umana: 4 nuovi casi nelle Marche

0
2624

MACERATA – Quattro nuovi casi di listeriosi umana sono stati segnalati nelle Marche: accertamenti sono in corso per verificare se sono collegati allo stesso ceppo individuato per un gruppo di casi registrati nella regione dallo scorso maggio, due dei quali con esito mortale, gruppo nel frattempo da 13 a 17 casi. Le nuove segnalazioni, due in provincia di Macerata, due in quella di Ancona, riguardano persone di età variabile da 52 a oltre 80 anni, tutte sofferenti di patologie precedenti o immunodepresse. Una donna del Maceratese, con un quadro clinico critico pregresso, è stata ricoverata in Rianimazione. Negli altri casi i sintomi sono più lievi. “Stiamo attendendo i risultati degli esami di laboratorio per capire se sono legati al cluster con il ceppo isolato – spiega il dottor Giuliano Tagliavento, dell’Agenzia regionale sanitaria delle Marche -, ogni anno ci sono casi sporadici di questa malattia”.

Le indagini riguardano anche le possibili fonti di infezione: le Listeria è un batterio molto diffuso nell’ambiente, ubiquitario e ‘opportunista’, tollerato entro limiti fissati dalle norme europee anche negli alimenti; in condizioni normali è sufficiente un antibiotico per sconfiggere l’infezione, mentre può rappresentare un rischio per persone debilitate o immunodepresse. L’Agenzia regionale sanitaria, i Dipartimenti di prevenzione dell’Asur e gli Istituti zooprofilattici sperimentali di Umbria-Marche e Abruzzo-Molise stanno cercando le cause dei 17 casi di Listeriosi umana (contro gli otto del 2014) registrati nel 2015 nelle province di Pesaro Urbino, Ancona e Macerata. Gli accertamenti condotti in collaborazione con l’Istituto superiore di Sanità e il Ministero della Salute, hanno consentito di identificare lo specifico ceppo di Listeria dei casi finiti nel mirino delle autorità sanitarie. Il medesimo ceppo è stato individuato in un alimento a base di carne, una ‘coppa di testa’, la cui produzione e commercializzazione è stata bloccata il 2 febbraio scorso. Al momento però non è stato stabilito un eventuale collegamento, in particolare con i due decessi. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here