Lettera aperta di Marta Ruggeri che rassegna le dimissioni da consigliera comunale

0
786

FANO – “Ieri sono stata proclamata ufficialmente consigliera regionale. Stamattina, come già anticipato, ho rassegnato le mie dimissioni da consigliera comunale. Le regole interne del M5s non mi permettono di ricoprire entrambi i ruoli e credo anche io che esercitarli entrambi al meglio, nell’unico interesse dei cittadini, non sia possibile”. Inizia così la lettera aperta inviata da Marta Ruggeri al sindaco Seri, alla presidente del consiglio comunale, alla giunta e ai consiglieri e alle consigliere. “Non lascio questa assise a cuor leggero, – precisa la neo consigliera regionale – anche se so che sarò sostituita da una persona all’altezza del compito che non farà rimpiangere la mia assenza. Su questi scranni ho passato sei anni della mia vita, in cui ho cercato di impegnarmi al massimo per essere utile alla collettività, ho portato avanti, almeno ci ho provato, una opposizione severa, ma sempre puntuale e documentata, mai strumentale. Ho studiato tanto, ho imparato tanto, anche da tutti voi, qualche volta, raramente, ho abbandonato le sedute contenta per un piccolo obiettivo raggiunto, il più delle volte ho provato amarezza perché ho vissuto sulla mia pelle il “gioco delle parti”, quello che cita spesso il sindaco per uscire d’imbarazzo o d’impiccio. La politica è un’arte complessa, difficile, occorre avere chiaro un obiettivo, il bene comune, cercare di perseguirlo sempre tenendo la barra dritta, senza cedere a lusinghe o minacce. Non è sempre facile ed il “gioco delle parti” è spesso l’ostacolo più difficile da rimuovere. Per questo auguro a tutti voi, a partire dal sindaco Seri, di riuscire ad esercitare il vostro ruolo in modo più libero ed indipendente dagli indirizzi di partito, dalle piccole o grandi pressioni a cui tutti noi siamo sottoposti pressoché quotidianamente. Bisogna cercare di avere il coraggio di valorizzare anche il lavoro altrui, pure se proviene dai banchi dell’opposizione. Più siamo a lavorare bene per la nostra città, più a guadagnarne saremo tutti a partire dai cittadini, indipendentemente dalle primogeniture o appartenenze. Cercherò di essere all’altezza del mio nuovo ruolo – conclude Ruggeri – e rinnovo a tutti voi il massimo della collaborazione e dell’impegno”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here