L’assessore all’agricoltura della Regione Marche Mirco Carloni in visita alla Trevalli Cooperlat

0
64

JESI – Gli scenari futuri per le filiere agro-zootecniche, le nuove politiche di sviluppo
della produzione agricola e artigiana, il ruolo degli allevatori, il tema della sostenibilità
ambientale tra benessere animale e attenzione al consumatore. Queste le priorità nel
campo dell’agricoltura che il vice Presidente della Regione Marche, Mirco Carloni,
nonché assessore all’Agricoltura con delega all’Internazionalizzazione ha selezionato
durante la sua visita a Trevalli Cooperlat, tra i leader nazionali dei gruppi lattiero- caseari
con 600 addetti e 220 milioni di euro di fatturato.

“Una visita molto apprezzata” – ha dichiarato il Presidente Pietro Cotellessa che ha
guidato l’assessore regionale nello stabilimento jesino. “Il sostegno della Regione Marche è fondamentale anche per costruire solide basi di collaborazione e crescita reciproca, individuando nuovi progetti e comuni obiettivi, soprattutto in un momento tragico come quello attuale causato dall’emergenza sanitaria”.

“Ringrazio Trevalli Cooperlat – è intervenuto l’assessore Mirco Carloni durante la sua
visita– poiché custodisce i valori della zootecnia che sono fondamentali per la nostra
Regione. Conoscere la logica di filiera, di cui Trevalli ne costituisce un punto di riferimento
per la produzione casearia, ci aiuta a individuare i margini di miglioramento della
produzione agricola e artigiana con l’obiettivo di aumentarne il valore, soprattutto per una nuova stagione di zootecnia che vorremo rilanciare. Siamo convinti che il mestiere
dell’allevatore diventerà tanto più attraente quanto più sarà collegato alle filiere
agroindustriali e, che solo in una logica di filiera, si possa valorizzare il vero Made in Italy
di cui le aziende marchigiane ne costituiscono un vanto”.

Trevalli Cooperlat è una società cooperativa agroalimentare composta da 11 cooperative
sociali dislocate in 7 regioni. La sede principale è a Jesi (AN) dove si trova il sito e dove
viene realizzata gran parte della produzione, a eccezione dei formaggi, mozzarelle, ricotta
e yogurt. Il latte conferito da circa 1000 produttori associati viene trasformato nei 4
stabilimenti della Società per offrire le varie categorie di prodotto: latte fresco, alta qualità,
a lunga durata, uht a lunga conservazione, panna, besciamella, burro, formaggi freschi e
stagionati. I soci della cooperativa Cooperlat sono imprenditori agricoli e la valorizzazione
del loro latte rappresenta un capitolo essenziale dello Statuto sociale. Ma a differenza di
altre cooperative, arroccate nei mercati di nicchia, Tre Valli Cooperlat ha agito con
lungimiranza in area industriale per proporre sul mercato prodotti che, valorizzati da
attente strategie di marketing, hanno garantito lo sviluppo rapido e solido della Società.