Ispettori ambientali Aset: oltre 1.300 tra segnalazioni e verbali nel 2023

0
67

FANO – Sono stati 7.642 i controlli eseguiti dagli ispettori ambientali di Aset Spa nel 2023, oltre 1.600 in più rispetto all’anno precedente. Un dato che dimostra la grande attenzione della società dei servizi verso i territori in cui è attivo il servizio di vigilanza ambientale, ovvero quelli di Fano, Fossombrone, Colli al Metauro, Pergola e San Costanzo.

Sono stati 31 gli appostamenti fatti, a cui si sono aggiunte 1.286 verifiche fotografiche poi sfociate in 405 verbali: a fronte di circa 160 verifiche in più rispetto all’anno precedente si registra in questo caso un incremento di circa 50 verbali. Resta alto il numero delle segnalazioni inviate alla polizia locale grazie alla videosorveglianza (531), mentre sono state 13 le segnalazioni ad altri organi di vigilanza. In lieve aumento i verbali non dovuti alle telecamere: 417 contro i 382 dell’anno precedente.

 

Anche nel 2023 si è registrata una media di quasi una segnalazione al giorno da parte delle utenze (335) – soprattutto attraverso il numero verde 800 99 74 74 -, a riprova di quanto sia cruciale il ruolo dei cittadini, da qualche anno sempre più attenti e pronti a comunicare potenziali difformità. Due, invece le segnalazioni pervenute direttamente dalla discarica. Aset Spa è intervenuta 62 volte per rimuovere dei rifiuti.

 

Sono stati invece 691 i controlli sui composter, da cui sono scaturiti 45 verbali per irregolarità nel compostaggio domestico, con conseguente revoca della riduzione Tari: un dato in netto aumento rispetto al 2022, quando di verbali se ne erano registrati appena 7, e a fronte però di circa trecento controlli in più. Riflettori sempre più puntati anche verso i conduttori di cani, in primo luogo per verificare che siano in possesso degli appositi sacchetti per la raccolta delle deiezioni: nel 2023 ne sono stati controllati 3.632, oltre settecento in più rispetto all’anno precedente.

Tra segnalazioni e verbali si raggiunge dunque un totale di 1.343, dato perfettamente in linea con quello del 2022. Ma altrettanto importante resta l’opera di informazione degli utenti, che di anno in anno si fa sempre più decisa e capillare. Nel 2023 ben 2.178 utenze domestiche sono state adeguatamente informate in merito al corretto conferimento dei rifiuti, circa seicento in più rispetto al 2022, a riprova di come comunicazione e prevenzione restino il miglior viatico per una raccolta dei rifiuti sempre più di qualità. Stabile il numero degli enti, delle imprese e delle attività commerciali che sono state informate: 328.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here