Incontro su “Applicazione Legge 194 a Fano: le donne decidono”

3
1223

FANO – Il Comune di Fano Assessorato Pari Opportunità con il patrocinio e la collaborazione della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche, organizza a Fano mercoledì 15 giugno un incontro pubblico sul tema della “Legge 194”: tale legge permette alla donne di poter ricorrere all’operazione d’interruzione volontaria di gravidanza in una struttura sanitaria pubblica o in ospedale\poliambulatorio convenzionato con la Regione di appartenenza, la legge prevede anche che i consultori, nell’assolvere la loro funzione in relazione alle materie di legge, informino la donna in stato di gravidanza dei diritti a lei garantiti e sui servizi di cui può usufruire, che suggeriscano agli enti locali soluzioni a maternità problematiche e facciamo attività di formazione per prevenire le cause che possono portare all’interruzione della gravidanza.

Questa preziosa legge del 1978, frutto di storiche battaglie per i diritti delle donne, ha dovuto scontrarsi, oggi come ieri, con profonde convizioni etiche che ne hanno reso difficile una sua completa applicazione. Un recente dossier della segreteria Cgil Marche riporta un quadro disomogeneo e difficile a livello regionale ( a Fano sia il sevizio di interruzione che l’attività consultoriale sono garantiti ) sottolineando la mancanza di servizio in alcune città per la totalità dei medici obbiettori che non praticano operazioni, evidenziando così due questioni sulle quali urge trovare soluzioni a livello regionale: la non tutela dei diritti e della salute delle donne che in alcuni territori regionali sono private del servizio e la difficoltà dei sanitari non obbiettori che in alcuni casi sono vittime di diversi tipi di svantaggi lavorativi diretti e indiretti, per cui potrebbero orientarsi a scegliere l’obbiezione.

Accesa nuovamente l’attenzione sul tema la Regione Marche, come anche la CPO Marche, ha attenzionato la questione attraverso il dialogo coi territori, i portatori d’interesse e i sanitari: proprio ieri ha approvato le linee guida della RU486, farmaco abortivo che permette di evitare l’operazione chirurgica e il day ospital.

L’incontro di mercoledì 15 giugno, ore 21 presso la Sala del Consiglio comunale di Fano, propone un tavolo tecnico e politico aperto alla cittadinanza, per attenzionare nello specifico la situazione nella nostra città alla presenza di: Stefania Pagani CPO Marche, Daniela Barbaresi Cgil Marche, per UO Ostetricia e ginecologia del Santa Croce ci saranno il Dr Claudio Cicoli direttore del servizio e il Dr Piergiorgio Stortoni medico, il Dr Giuseppe Mancini come responsabile del Consultorio dell’Area Vasta 1 Fano, con i saluti di Rosetta Fulvi Presidente del Consiglio, le conclusioni di Marina Bargnesi Assessore Pari Opportunità e con la moderazione e introduzione di Sara Cucchiarini Consigliera comunale e componente CPO Marche.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here