Illuminazione ciclabile, Aset: “Posizionamento dei pali definito dalla Provincia”

2
1767

FANO – “Aset SpA vuole rassicurare tutti i cicloamatori e gli utenti della pista ciclabile Fano – Fosso Sejore che a titolo personale o a nome di associazioni del territorio hanno espresso sui media le loro perplessità su sicurezza e fruibilità della pista.
In relazione agli articoli apparsi in questi giorni sull’impianto di illuminazione della pista ciclabile da Fano a Fosso Sejore, in corso di realizzazione da parte di ASET, si sottolinea che l’azienda ha provveduto alla definizione esclusivamente del progetto illuminotecnico, in quanto gli aspetti relativi al posizionamento dei pali erano stati definiti dal progetto preesistente approvato e realizzato dalla Provincia di Pesaro e Urbino.
In particolare durante la realizzazione della pista ciclabile erano stati posti in opera tutti i plinti di installazione dei pali ed i relativi cavidotti; la fattibilità dell’impianto era quindi legata alla posa in opera nei punti già predisposti. Diversamente sarebbe stata sostanzialmente non sostenibile la realizzazione di nuove trincee per i cablaggi e nuove buche per i basamenti dei pali, con la completa manomissione del manto stradale della pista ciclabile.
Fin dall’avvio del progetto ASET aveva valutato l’aspetto normativo nel suo insieme e per migliorare la sicurezza degli utenti ha già pianificato la posa in opera di segnalazione catarifrangente su ogni palo e concordato con il Comune il rifacimento della segnaletica orizzontale di delimitazione di carreggiata”.

ASET S.p.A.

2 COMMENTS

  1. “cosa fatta capo ha” speriamo che certe sviste non si ripetano. La Prtovincia avrebbe dovuto avere la sua esperienza… Ma non resta che sperare che “tutti i mali non vengono per nuocere”.

  2. Di male in peggio! Considerando soprattutto che il progetto era preesistente. Bel progetto! Così la carreggiata si restringe e può diventare pericolosa, anche se i pali sono muniti di catarifrangenti. La cosa, forse migliore, era interpellare a suo tempo ( in fase di progetto ) chi ha in gestione la Statale per provare a dividere le spese sull’illuminazione che, da una parte illumina la statale (nettamente al buio) e dall’altra la ciclabile, almeno nei punti in cui sono affiancate. Comunque rimango dell’idea, che i soldi che verranno spesi, potevano essere impiegati diversamente per problematiche ben più importanti da risolvere a favore di tutti e non di pochi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here