Il sindaco Seri ricorda l’eroico bagnino Bigio Ricci: prosegue l’iter la “medaglia d’oro al valore civile”

0
970

FANO – “Sono già passati due anni. Il 7 agosto 2017 Bigio Ricci, nostro indimenticato concittadino nonché eroico bagnino, perse la vita a Torrette di Fano per salvare 2 ragazzini milanesi e il loro papà dal mare in burrasca.
Un gesto, quello di Bicio, che ci restituisce la sua enorme generosità, il coraggio sostenuto da un altruismo che probabilmente, anche costatandone le problematiche, non gli ha lasciato scelta di fronte all’opportunità di salvare vite umane in pericolo.
E’ l’umanità a non avergli lasciato scelta, la spinta universale e naturale che appartiene all’essere umano, quella di aiutare il prossimo in difficoltà. Ma non è sempre così è e per questo sacrifici come quello di Bigio vanno ricordati. Vanno ricordati perché a Bigio sono sopravvissuti una famiglia, affezionati colleghi e tanti amici che ne piangono la mancanza da allora. Vanno ricordati come un monito per tutti perché teniamo in mente sempre forte e chiaro che l’umanità e il bisogno di aiutare l’altro, per quanto se ne dica, non è qualcosa di cui doversi vergognare ma è il dono più prezioso che abbiamo. Non può essere solo oggetto di discussioni politiche. Perché senza umanità saremmo solo un numero infinito di persone che condividono uno spazio finito. Quello che Bigio con il suo gesto ricorda a noi è invece che apparteniamo tutti a una comunità.
Un pensiero va anche a tutti coloro i quali ogni giorno si impegnano, sulle strade e in mare, a garantire la nostra sicurezza. Ricordo che sta proseguendo l’iter per riconoscere a Bigio la “medaglia d’oro al valore civile” in modo che, oltre un ricordo nel cuore di chi gli ha voluto bene, il sacrificio di Bigio rimanga anche un esempio tangibile di generosa umanità per tutti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here