Il fascino senza tempo delle Maldive: crescono le partenze verso questi atolli incantati

0
859

Le Maldive rappresentano da sempre una delle mete di viaggio più esclusive ed incantevoli al mondo. Questo grande arcipelago formato da innumerevoli isole coralline si estende non distante dalle coste dell’India e dell’isola di Sri Lanka, offrendo suggestivi panorami dove spiagge dalle sabbie bianchissime emergono dalle basse acque dai brillanti toni turchesi, mentre fitti palmeti si stagliano contro un orizzonte infinito.

Caratteristica peculiare dell’offerta turistica delle Maldive è la presenza di un singolo resort su ciascuna delle isole trasformate in accoglienti località per soggiorni dedicati alla tintarella, al relax in spiaggia e agli sport acquatici. Molte delle strutture ricettive accolgono i visitatori in confortevoli bungalow che affacciano direttamente sulle spiagge oppure su quelli sostenuti da palafitte, costruiti sul pelo delle calme acque delle lagune.

Le Maldive: una delle mete top sognate dagli italiani

Il portale di comparazione di voli aerei Skyscanner riporta che nel triennio 2014-2016 il numero delle ricerche effettuate per le tratte dall’Italia alla città di Malè, la capitale della Repubblica delle Maldive, è cresciuto del 24,5%, a testimonianza di come gli incantevoli atolli dell’arcipelago continuino a rappresentare una destinazione sempre più ambita dai vacanzieri italiani.

Il grande amore dei turisti provenienti dallo Stivale per i magici paesaggi e i placidi mari delle Maldive emerge anche dai dati diffusi dal Ministero del Turismo locale. Nel febbraio del 2015, le autorità maldiviane celebravano gli oltre 120.000 arrivi registrati nel paese nel corso del mese, ponendo particolare enfasi su quelli provenienti dall’Italia, ufficialmente il secondo mercato per importanza dopo quello cinese.

L’offerta turistica delle Maldive: oltre i soggiorni mare

Per farsi un’idea della ricca offerta turistica di questo arcipelago che sorge tra le acque dell’Oceano Indiano basta esplorare la varietà delle proposte di viaggio studiate dai tour operator per le Maldive: vacanze relax all’insegna del mare che rimangono il tipo di villeggiatura più apprezzato, ma anche avventurosi soggiorni alla scoperta dei magici fondali dell’arcipelago e affascinanti crociere a bordo delle Dhoni, le tradizionali imbarcazioni maldiviane.

Se un tempo le Maldive rappresentavano una meta turistica esclusiva, destinazione prediletta per le lune di miele oppure appannaggio di VIP e uomini d’affari, oggi il ventaglio delle soluzioni di viaggio è sempre più ampio e sempre più spesso comprende offerte e occasioni per tutte le tasche. La possibilità di vivere una vacanza benessere cullati dai mille comfort offerti dalle strutture turistiche di uno dei luoghi più affascinanti e remoti del mondo continua a rappresentare la ragione principale alla base del successo delle Maldive. L’arcipelago maldiviano, tuttavia, rimane una meta imperdibile anche per gli appassionati di diving e snorkeling, che qui possono ammirare da vicino alcune delle più estese barriere coralline al mondo, lasciandosi incantare dal meraviglioso spettacolo dei fondali variopinti e delle innumerevoli forme di vita che si celano in un un habitat tanto complesso quanto fragile.

Territorio e caratteristiche climatiche delle Maldive

L’arcipelago maldiviano si estende per oltre 820 chilometri, da nord a sud, emergendo dalle acque dell’Oceano Indiano con le sue 1.190 isole ed isolotti ed i 26 atolli.

Il territorio della Repubblica delle Maldive è in realtà interamente rappresentato da isole coralline, ovvero da porzioni di reef emerse dalle profondità del mare nel corso di centinaia di migliaia di anni e trasformati in piccoli lembi di terra dall’accumulo della sabbia originata dalla frammentazione della stessa barriera corallina. È proprio la peculiare origine geomorfologica dell’arcipelago a spiegare le incredibili coste dalle sabbie impalpabili e bianche come la neve e la perfetta trasparenza delle acque. La particolare natura del suolo fa sì che le palme da cocco siano in assoluto le specie vegetali più diffuse sulle isole. In più, un’altra caratteristica interessante riguarda la completa assenza di rilievi collinari o montuosi: il punto più alto dell’arcipelago raggiunge appena quota 2,5 metri. Alcuni dei lembi di terra meno estesi, addirittura, scompaiono sotto le acque quando sale la marea.

Visti dall’alto, ciascuno degli atolli appare come un anello di forma pressapoco circolare costituito dal reef. Lungo il suo bordo e al suo interno sono invece presenti isole e isolotti, circondati da una laguna le cui acque comunicano con quelle dell’oceano attraverso i canali che interrompono la barriera corallina.

Sul portale ufficiale del turismo maldiviano, è disponibile per il download la mappa dettagliata del territorio della Repubblica delle Maldive.

Il periodo più indicato per i soggiorni nell’arcipelago maldiviano è quello compreso tra gennaio ed aprile, quando la stagione secca garantisce l’assenza di precipitazioni ed un clima asciutto, caldo ma gradevole. Il clima tipicamente tropicale delle Maldive è interessato dal passaggio dei monsoni, che da maggio a settembre danno luogo ad intense piogge, incrementando notevolmente il tasso di umidità. Nel corso dell’anno, le temperature si mantengono sempre comprese tra i 29 e i 34°C.

Usi e costumi del popolo maldiviano

La forte vocazione turistica delle Maldive fa sì che le genti del luogo siano avvezze alla presenza dei visitatori e sempre molto ben disposte nei loro confronti. Le strutture ricettive spesso contano sulla collaborazione di un personale internazionale e poliglotta, ma la lingua ufficiale parlata nell’arcipelago rimane il Dhivenhi, un particolare dialetto di derivazione indiana. L’attuale popolazione maldiviana ammonta a circa 350.000 abitanti, la maggior parte dei quali vivono presso la città di Malé, una delle più piccole capitali del mondo che oggi ricopre completamente con il suo tessuto urbano la superficie dell’isola su cui sorge.

L’ampia diffusione della fede mussulmana spiega i tradizionali divieti relativi al consumo di carne di maiale e di alcolici generalmente validi anche per i turisti. Le Maldive sono uno scrigno di tesori tutto da scoprire e una località sempre più accessibile, anche grazie all’aumento dei collegamenti aerei diretti tra l’Italia e l’Arcipelago. Prenotando con il giusto anticipo, il periodo più conveniente per visitare le Maldive è quello compreso tra la fine di novembre e i primi di dicembre, quando la stagione dei monsoni sta volgendo al termine, ma quella turistica non è ancora entrata nel vivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here