Identificati gli autori dei furti nelle imbarcazioni al porto di Fano – VIDEO

44
4572

FANO – Sarebbe il risultato della notte brava di 4 giovani moldavi il raid ladresco messo a segno la notte del 25 marzo ai danni di due imbarcazioni nel porto di Fano: il motopesca “Tartan” e la barca “Bonfai X”, ormeggiate presso la banchina n. 13. I quattro responsabili(due ventenni, un 18enne e un 17enne) sono stati individuati e denunciati alla procura della repubblica e a quella minorile. Avevano trafugato strumentazione elettronica per la navigazione, apparecchi elettronici e attrezzi vari e, nel caso del “Tartan” tutta la documentazione necessaria per le attività di pesca, tanto che l’armatore Antonio Gaudenzi aveva lanciato un appello affinché gli venisse restituita almeno la documentazione relativa alle autorizzazioni per la pesca. Le indagini condotte dal nucleo operativo e dalla stazione carabinieri di Fano, hanno permesso di risalire ai quattro giovani partendo da una donna, sorella di uno di loro, che ha contattato Gaudenzi e gli ha restituito la documentazione la sera del 26 marzo, in un incontro monitorato dagli investigatori. Un ulteriore appuntamento, fissato per la mattina di Pasqua, è stato sorvegliato da militari in abiti civili e in divisa, che sono entrati in azione dopo che la donna e i tre maggiorenni avevano restituito il resto della refurtiva all’armatore e al comandante della motopesca “Tartan”. La donna aveva notato il materiale nella sua auto e dato che il fratello e il suo amico, ospiti in casa sua per un breve periodo, avevano fornito versioni contrastanti, aveva fatto una ricerca nella loro stanza rinvenendo i documenti. A quel punto aveva contattato l’armatore per riconsegnargli la documentazione. I tre giovani hanno ammesso le proprie responsabilità per il furto, compiuto – hanno sostenuto – mentre erano ubriachi, e si sono detti disponibili a risarcire i danni (parte del materiale è caduto in acqua durante il trasbordo dalle imbarcazioni) mediante lavoro da prestare a bordo del motopesca.

IMG_0517

IMG_3763

IMG_3766 (1)

44 COMMENTS

  1. Bravi i Cc. di FANO. Ottimo lavoro. Permettetemi, i moldavi metteteli come corpo morto negli ormeggi. Oppure li fate a Putin lui sa come trattarli.

  2. La stessa notte hanno rotto il vetro alla mia macchina x cercare dentro il porta oggetti non so che cosa. So soltanto che ho dovuto lavarla tanto puzzava di vino e sudore uno schifo

  3. i moldavi sono un regalo che ci fanno le badanti ..loro vengono in Italia a”curare” i nostri anziani ..poi si fanno raggiungere da amici ,fidanzati ,mariti ,figli ,amanti ..che non trovando un lavoro ..bazzicano e rubano … colpa di uno Stato sbagliato che dovrebbe invece incrementare case di riposo per anziani ..ma non lager ma posti puliti ed attrezzati dove poter vivere serenamente la propria vecchiaia.

  4. Nella mia Che era aperta ho dovuto anche disinfettare una puzza di del atico e di vino che ffaceva paura

  5. Non tutti siamo uguali!Potrei dire anche io certe cose su Italiani ma non mi permetto.Non difendo nessuno chi sbaglia deve essere punito sia (moldavo,italiano,…….)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here