Home Seconda Pagina I 12 guerrieri “tornano” a Cagli: un innovativo allestimento digitale per il...

I 12 guerrieri “tornano” a Cagli: un innovativo allestimento digitale per il museo archeologico

0

CAGLI – L’anno giunge al termine portando con sé un capitolo significativo nella storia del Museo Archeologico e della Via Flaminia di Cagli, aprendo nuove porte per l’intera comunità del Comune.

Grazie al progetto europeo “Erasmus+ NEXT-MUSEUM: Stimolare la digitalizzazione nei musei di piccole e medie dimensioni attraverso la valorizzazione del Curatore Digitale” il 25 novembre a Cagli, saranno inaugurate tre innovative installazioni digitali, di cui due dedicate alla Stipe di Coltona, un gruppo di 12 guerrieri in bronzo rinvenuti nella località cagliese di Coltona, oggi esposti al MAN Marche (Museo Archeologico Nazionale delle Marche), che costituiscono uno dei ritrovamenti più importanti avvenuti nel territorio.

La presentazione presso la sede di Confcommercio Marche Nord. “Dal 1° luglio – ha esordito Varotti – gestiamo anche il Museo Archeologico di Cagli e questi progetti ed eventi ci riempiono di orgoglio. Queste installazioni saranno protagoniste della prossima edizione dell’Itinerario Archeologico. La guida verrà realizzato anche per dare spazio ai nuovi Comuni, ben 4, che hanno deciso di aderire nel 2024 al nostro progetto di promozione turistica Itinerario della Bellezza”.

In collegamento il direttore della Fondazione Marche Cultura Francesco Gesualdi: “Siamo molto contenti di aver partecipato a questo progetto innovativo, reso possibile grazie alla sinergia di tante importanti realtà”.

Ha proseguito il professore Paolo Clini dell’Università Politecnica delle Marche: “Un progetto straordinario che aiuta a valorizzare le aree interne e i musei. Un modello assolutamente virtuoso nella direzione della democratizzazione del nostro patrimonio”.

Soddisfatta il vicesindaco Benilde Marini: “L’incontro fra tradizione e innovazione: un’opera che diventa fruibile per tantissimi visitatori. Siamo molto orgogliosi di questo progetto. Un motivo in più per venire ad ammirare il nostro museo”.

“Questo risultato – ha spiegato Daisy De Nardis, coordinatrice del settore musei e luoghi della cultura della Fondazione Marche Cultura – è stato reso possibile mediante la creazione di fedeli repliche dei bronzetti esplorabili tattilmente e coinvolgenti narrazioni sulla loro storia, dalla scoperta, avvenuta a fine ‘800, sino ai giorni nostri. In questo modo, i 12 bronzetti “tornano” a Cagli in modo permanente”.

Il progetto “Erasmus+ NEXT-MUSEUM: Stimolare la digitalizzazione nei musei di piccole e medie dimensioni attraverso la valorizzazione del Curatore Digitale” è stato un baluardo di innovazione e ambizione, portato avanti con fervore dalla Fondazione Marche Cultura – Musei e Luoghi della Cultura. Questa iniziativa ha visto la collaborazione attiva di quattro nazioni – Italia, Grecia, Croazia e Spagna – in partenariato con l’Università Politecnica delle Marche e ICOM Italia, con la partecipazione del Comune di Cagli e Museo Archeologico e della Via Flaminia di CagliMuseo Archeologico Nazionale delle Marche e Museo Tattile Statale Omero (Direzione regionale Musei Marche), Comune di FanoConfcommercio di Pesaro e Urbino – Marche nord.

A completamento del progetto digitale, è stato realizzato anche un virtual tour dedicato alla Via Flaminia, che guida i visitatori alla scoperta dei luoghi legati all’antica strada consolare, rafforzando così il dialogo fra Museo, Territorio e Comunità.

“Il progetto Next-Museum – ha evidenziato la direttrice del Museo Federica Galazzi – sorge come risposta alla rivoluzione tecnologica che ridefinisce il rapporto tra il mondo e il patrimonio culturale. In questa era digitale, la digitalizzazione si dimostra essenziale per gestire e rendere accessibile il ricco patrimonio culturale, ponendo in primo piano il ruolo del Curatore Digitale, esperto nelle tecnologie avanzate per la gestione museale e la creazione di esperienze coinvolgenti per i visitatori.

L’iniziativa rappresenta un’opportunità senza precedenti per il Museo Archeologico e della Via Flaminia di Cagli, permettendo una collaborazione con importanti realtà museali italiane ed europee, unendo competenze nel campo culturale e della digitalizzazione scientifica. L’obiettivo principale è stato soddisfare quattro esigenze fondamentali: coinvolgere i giovani nella scoperta e promozione del patrimonio, rendere i musei accessibili a tutti, favorire un dialogo profondo tra museo e comunità locale e approfondire il tema della storia locale”.

Al termine è stato proiettato il video a supporto delle installazioni, illustrato da Alessandra Frontini di Icom Italia.

L’inaugurazione di questo nuovo allestimento museale è prevista a Cagli per il 25 novembre alle ore 16:00 presso la Sala del General Consiglio, Palazzo Pubblico, con l’intervento dei professionisti coinvolti nel progetto a cui seguirà la visita alle 3 installazioni. Se le condizioni meteo saranno favorevoli, l’inaugurazione sarà preceduta alle 15.15 da una passeggiata archeologica con partenza dal Ponte Mallio.

Il giorno successivo è invece in programma un’attività laboratoriale che coinvolgerà i più giovani nelle avventure dei 12 guerrieri di Cagli.

Vi invitiamo calorosamente a partecipare a questo evento che unisce storia, tecnologia e comunità. Sarà un’occasione unica per scoprire il legame tra Cagli e la Via Flaminia e immergersi nella storia di questo territorio.

DETTAGLI DELL’EVENTO

Data: 25 novembre 2023

Luogo: Sala del General Consiglio, Palazzo Pubblico, Cagli

Ora: 16:00

Vi aspettiamo numerosi per toccare con mano le dodici statuette e per vivere un’esperienza immersiva nella storia di Cagli e del suo territorio.

Per info:

T 0721 78 07 31

polomuseale@comune.cagli.ps.it

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version